///
Benvenuti alla 30^ Summer Universiade

Benvenuti alla 30^ Summer Universiade

Nella ‘Flag Plaza’, il Piazzale Razzi della Stazione Marittima di Napoli, proseguono le cerimonie di benvenuto (‘welcome cerimonies’) alle delegazioni partecipanti alla 30^ Summer Universiade. Oggi a ricevere il saluto del Comitato Organizzatore, rappresentato da Annapaola Voto, Direttore Area Istituzionale di Napoli 2019, e da Manuela Di Centa, ‘sindaco’ del Villaggio Atleti allestito a bordo delle navi Msc e Costa ormeggiate al Porto di Napoli, sono state le delegazioni di 18 Paesi, tra cui Canada, Malesia, Giappone, Russia, le due Coree, Germania, Iran.
La bandiera dei rispettivi Paesi è stata issata nel Villaggio con l’inno della FISU che ha accompagnato la cerimonia solenne; poi un momento di gioia con i ballerini della scuola di danza napoletana ‘Mart Dance’, che si sono esibiti sotto le note di ‘Glory’, la melodia ufficiale dell’Universiade Napoli 2019. Sul palco allestito nel Piazzale sono saliti i capi delegazioni dei rispettivi Paesi per uno scambio di doni con i rappresentanti del Comitato Organizzatore. La cerimonia sancisce l’entrata ufficiale delle delegazioni nella manifestazione, e rappresenta il momento dove le ragazze e i ragazzi di tutto il mondo accompagnati dai loro delegati e dai rappresentanti istituzionali dei loro rispettivi Paesi incontrano l’Universiade. Le cerimonie di benvenuto andranno avanti fino al 3 luglio, data nella quale la ‘Flag Plaza’ ospiterà le bandiere dei 120 Paesi partecipanti. “Vedere questi ragazzi è una meraviglia – ha commentato Manuela Di Centa – perché immagino i loro sentimenti, le speranze, la scoperta. E poi quest’incontro tra coetanei di così tanti Paesi è bellissimo”, aggiunge.
Ufficio Stampa Universiade Napoli 2019

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

IL RICORDO DI EDOARDO MANGIAROTTI A 10 ANNI DALLA MORTE

Dieci anni fa, il 25 maggio 2012, si spegneva Edoardo Mangiarotti, lo sportivo italiano più decorato di tutti i tempi: 13 medaglie olimpiche (6 ori, 5 argenti, 2 bronzi) e 26 iridate (13 ori, 8 argenti e 5 bronzi). Oggi, passato un decennio, il mondo dello sport onora ancora il suo ricordo