///
Calcio in tv: il 70% della Serie A su Sky per le prossime tre stagioni

Calcio in tv: il 70% della Serie A su Sky per le prossime tre stagioni

da: repubblica.it –  foto ansa
L’emittente del gruppo Murdoch si è aggiudicata i diritti per la trasmissione in diretta esclusiva di 266 partite a stagione, 7 gare su 10 in ogni giornata. Per la prima volta si potrà seguire il campionato su diverse piattaforme, non solo satellite, ma anche su digitale terrestre e via fibra. Zappia: “Orgogliosi di questo risultato”. Si cerca l’accordo con Perform per raggiungere la copertura totale del campionato
ROMA 14 giugno 2018 – La Serie A sarà su Sky anche per il triennio 2018/2021. La tv del gruppo Murdoch si è infatti aggiudicata i diritti per la trasmissione in diretta esclusiva di 266 partite a stagione per i prossimi tre campionati di calcio, secondo quanto scaturito al termine della giornata decisiva, mercoledì, in Lega Serie A a Milano. Per ogni giornata, dunque, su Sky saranno trasmesse 7 partite su 10, il 70 per cento dell’intero torneo. In diretta esclusiva i due anticipi del sabato (ore 15 e ore 18), due match della domenica pomeriggio alle 15, quello delle 18, oltre al posticipo della domenica sera alle 20.30 e la novità del ‘Monday Night’ lunedì alle 20.30. Le partite in esclusiva saranno quindi più del doppio rispetto alle precedenti stagioni e includeranno 16 dei 20 top match.
LA SERIE A DI SKY SCEGLIENDO TRA VARIE PIATTAFORME – Per la prima volta, gli appassionati di calcio potranno vivere il campionato italiano con la massima libertà di scelta. La Serie A di Sky si potrà vedere infatti attraverso diverse tecnologie di trasmissione: non solo via satellite, ma anche in modo semplice sul digitale terrestre e in modo innovativo via fibra. E grazie a Sky Q i match saranno anche in 4K Hdr, per una qualità di visione unica e coinvolgente. Inoltre le partite della Serie A di Sky saranno visibili anche in streaming su Now tv e in mobilità su Sky Go.
“Siamo fieri di poter continuare a garantire ai nostri clienti il meglio del calcio di Serie A, con un’offerta mai così esclusiva, un prodotto di qualità editoriale e di spettacolarità tecnologica – sottolinea Andrea Zappia, ad di Sky Italia, commentando l’esito dell’assegnazione dei diritti tv – Da sempre puntiamo a valorizzare il racconto del calcio italiano, esaltando il bello di questo sport”.
ANCHE CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE FINO AL 2021 SU SKY – Il racconto della Serie A su Sky continuerà ad essere all’avanguardia, con la migliore squadra del commento di Sky Sport, studi televisivi al top della tecnologia, rubriche ed approfondimenti senza soste, anche grazie a Sky Sport 24, al sito skysport.it e all’app Sky Sport. La Serie A va a completare la già ricchissima offerta di calcio su Sky, che per il triennio 2018/21 sarà anche la casa delle coppe europee con la trasmissione in diretta di tutta la nuova Uefa Champions League e di tutta la Uefa Europa League, per seguire il cammino delle 7 squadre italiane in Europa. A questo si aggiunge, sempre in esclusiva per i clienti Sky, anche la Premier League inglese, in attesa degli Europei 2020.
DIRITTI TV: IN LEGA A L’ASSEGNAZIONE DEI PACCHETTI – La giornata decisiva per la questione diritti tv del calcio è stata quella di mercoledì, quando si è chiuso il bando – il terzo della serie – e l’assemblea della Lega di Serie A si è poi pronunciata sulle proposte pervenute. Per la prima volta nella storia del massimo campionato tricolore si è adottato uno schema di vendita “allineato agli standard internazionali”, come l’hanno definito gli addetti ai lavori, ovvero invece di vendere il calcio per piattaforme (digitale, satellite, internet) si è scelto di dividere il torneo in vari eventi (anticipo del sabato, posticipo della domenica, monday night, ecc.) e di confezionare tre pacchetti da vendere in esclusiva assoluta, indipendentemente dalla piattaforma.
I due principali se li è aggiudicati Sky per 780 milioni di euro, il terzo è andato a Perform, una società inglese che realizzerà la Netflix del pallone, per 193,3 milioni. I due vincitori – che pagheranno anche dei bonus legati alla crescita degli abbonati – si accorderanno adesso per ritrasmettere gli eventi su un’unica piattaforma (quella di Sky) e risparmiare così agli utenti che vogliano vedere l’intera Serie A l’acquisto di due diversi abbonamenti.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.