///
Casagit per lavoratori autonomi, prorogati al 31 dicembre i termini per l’iscrizione ai nuovi profili

Casagit per lavoratori autonomi, prorogati al 31 dicembre i termini per l’iscrizione ai nuovi profili

Tutte le informazioni sui vantaggi di entrare in Casagit e sui nuovi profili (Due, Tre e Quattro) sono disponibili sul sito web della Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani.
Prorogati al 31 dicembre i termini per l’iscrizione ai nuovi profili Casagit
Sono stati prorogati al 31 dicembre 2017 i termini per l’iscrizione ai profili Due, Tre e Quattro di Casagit. «L’offerta – ricorda la Cassa in una nota – si rivolge a tutti i giornalisti: freelance, liberi professioni, pubblicisti, titolari di contratti atipici».
A seconda della soluzione adottata, i profili Due, Tre e Quattro garantiscono una copertura sanitaria integrativa in grado di alleggerire il peso delle spese mediche, anche a sostegno di un eventuale mancato reddito e per ammortizzare i costi relativi alle cure più frequenti o gravi.
«I soci – spiega Casagit – possono rivolgersi a strutture e servizi di qualità, senza rinunciare a trattamenti frequenti come le cure dentistiche, visite specialistiche, un’ecografia o l’acquisto di lenti. I profili, inoltre, offrono una copertura interessante per i figli dei colleghi non più iscritti alla Cassa e per ogni iscritto all’Ordine dei giornalisti che, finora, non abbia potuto accedere o mantenere l’adesione alla Casagit».
Tutte le informazioni sui vantaggi di entrare in Casagit e sui nuovi profili, profilo Due, profilo Tre e profilo Quattro, sono disponibili sul sito web della Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani.
@fnsisocial

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Bizzotto: i telecronisti di ogni età prendano esempio da maestri come Martellini”

“Quando affrontai la prima telecronaca della nazionale il mio pensiero andò a lui, a quel galantuomo del Microfono che da bambino avevo sentito scandire campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo con quello stile inimitabile. Ricevere come altri grandi colleghi che magari anche più e meglio di me ne hanno ripercorso le tracce mi emoziona”: parole di Stefano Bizzotto peraltro voce – con Katia Serra al commento tecnico – del racconto della finale vinta agli Europei di Londra dalla nazionale di Mancini con l’indimenticato Vialli team manager.