///
FONDAZIONE BRACCO ATLETICA: PRESENTATO IL BILANCIO SOCIALE, ARESE E LAH SOCI ONORARI

FONDAZIONE BRACCO ATLETICA: PRESENTATO IL BILANCIO SOCIALE, ARESE E LAH SOCI ONORARI

Milano 19/05/2017 Presentazione Bilancio Sociale Bracco Atletica, nella foto: (da sx a dx) Raffaella Lorenzut con Barbara Lah Franco Angelotti e Franco Arese Foto Andreoli Emilio/A.G.Giancarlo Colombo Nella foto un momento della cerimonia

 
MILANO 19 maggio 2017 – Mercoledì scorso, nella prestigiosa sala “Caduti di Nassirya” del Senato, ed oggi a Milano presso il Teatro della Fondazione Bracco, Bracco Atletica ha presentato il bilancio sociale della società, diventando la prima associazione sportiva italiana di atletica leggera a realizzare il bilancio sociale. Un lavoro esaustivo che riassume la storia del club evidenziando, in particolare, gli aspetti sociali che vengono solitamente relegati in secondo piano rispetto ai risultati sportivi.
Il Presidente Onorario, Dott.ssa Diana Bracco, ha voluto sottolineare la vicinanza al club affermando “E’ molto bello che Bracco Atletica sia la prima società di atletica ad aver fatto un bilancio di sostenibilità -ha detto Diana Bracco, presidente del gruppo Bracco in una nota-. Questo documento è infatti uno strumento di comunicazione che testimonia in modo trasparente l’impegno e l’operato della società verso gli stakeholder, permettendo di evidenziare la qualità delle relazioni. Come è scritto nel testo, noi crediamo che i risultati non si misurino solo con le medaglie vinte, ma che l’efficacia della nostra azione si debba valutare anche sulla base di altri obiettivi, quali la promozione della disciplina sul territorio, il valore formativo dell’esperienza sportiva, la costruzione di rapporti positivi tra atleti, tecnici e addetti ai lavori. E’ un piacere continuare a sostenervi in quest’avventura di crescita per lo sport femminile e per le nuove generazioni” conclude Diana Bracco. “Con il nostro sodalizio, che si regge su valori comuni, diamo forma a un sogno di sport praticato con impegno, lealtà, spirito si squadra”.
Il bilancio sociale è strutturato in sei sezioni. La prima ha l’obiettivo di far emergere l’identità distintiva raccontandone la storia e descrivendone l’assetto istituzionale e i riconoscimenti conseguiti. Segue poi la mappatura degli stakeholder che mira ad identificare i portatori d’interesse verso la società, fornire statistiche puntuali su ciascuna categoria e descrivere la natura della loro relazione con Bracco Atletica. Terza sezione la carta degli impegni verso gli stakeholder: atleti, famiglie, collaboratori, scuole, sponsor, fornitori e istituzioni ed enti.
La quarta parte, il cuore del report, fornisce una valutazione quantitativa dell’impatto sociale verso le due categorie principali di stakeholder: atlete e volontari. In particolare eccellenti i risultati scolastici e universitari delle ragazze che in larga parte hanno sottolineato come la pratica sportiva abbia influenzato positivamente i risultati nello studio. Fiore all’occhiello ben otto atlete che si sono laureate lo scorso anno.
Nell’occasione sono state presentate anche la squadra che, il prossimo 27 maggio a Leiria in Portogallo, parteciperà alla Coppa Europa per Club femminile e la finale del trofeo “La Scuola in Pista”, in programma il prossimo 24 maggio all’Arena di Milano, manifestazione riservata a 22 scuole di Milano e hinterland ove la società opera e che ha visto, nelle fasi eliminatorie, la partecipazione di circa 2.500 studenti.
Franco Arese, indimenticabile campione europeo nei 1.500 m e Barbara Lah, in passato capitana di Bracco Atletica e triplista di grande valore internazionale, sono state conferite le cariche di soci onorari del club, affiancandosi, così, a Fiona May e Manuela Levorato.
 

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.

Fondazione Allianz UMANA MENTE e Hol4All, una vacanza per tutti sulla neve di La Thuile

La Fondazione Allianz UMANA MENTE, principale espressione delle iniziative di responsabilità sociale del Gruppo Allianz in Italia, ha organizzato dal 20 al 24 marzo a La Thuile in Valle d’Aosta la nuova sessione di Hol4All, forma sintetica di “Holiday for All – una vacanza per tutti”, un progetto di integrazione e partecipazione sociale ideato per offrire una vacanza a bambini e ragazzi con una disabilità complessa o malattie rare, insieme alle loro famiglie.

Hol4All è un progetto avviato per la prima volta nel 2021 e nato dall’incontro tra famiglie con figli con disabilità e gli oltre 20 anni di esperienza della Fondazione Allianz UMANA MENTE. Hol4All risponde agli obiettivi 3 (Salute e benessere) e 10 (Ridurre le disuguaglianze) definiti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile (SDGs).

LO SPORT PER UNA SOCIETA’ PACIFICA E INCLUSIVA

Lo sport come ‘sviluppatore’ di pace e di inclusione, con il suo linguaggio universale, che non conosce confine, anzi li abbatte con i valori che ispirano, ogni giorno, chi si dedica alla pratica sportiva e la considera l’occasione, sempre, per unire, persone e popoli, nazioni e culture, puntando sulle differenze che aiutano e arricchiscono.

Concetti al centro della conferenza internazionale organizzata, nel Salone d’onore del Coni, da Creg dell’Università di Tor Vergata e da Promet impresa sociale, in occasione della ‘Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo  e la pace’. Concetti sottolineati anche dal ministro per lo sport, Andrea Abodi nel suo messaggio di saluto, evidenziando come queste siano le linee guida di progetti che mettono al centro bambini e bambine, ragazzi e ragazze e tutti coloro che, attraverso una disciplina sportiva, ogni giorno portano in campo la passione e il rispetto.