///
Il 3 novembre la presentazione del libro “Antonio Ghirelli, il mestiere più bello del mondo”

Il 3 novembre la presentazione del libro “Antonio Ghirelli, il mestiere più bello del mondo”

La copertina del libro

di Michele Corti (Presidente USSI Liguria)

Giornata speciale quella di Giovedì 3 novembre. Doppia presentazione a Napoli e Roma per il libro “Antonio Ghirelli, il mestiere più bello del mondo”. Tramite una selezione di suoi articoli e numerose interviste e testimonianze, il volume ne ripercorre l’intenso percorso professionale e i molteplici interessi: dal dopoguerra alla democratizzazione del Paese, dallo sport alla politica. Ed è l’occasione, a cento anni dalla nascita di Ghirelli, per delineare e commentare le innovazioni da lui introdotte nel giornalismo.

Primo appuntamento alle ore 11 nella sede dell’Emeroteca Biblioteca Tucci, nel Palazzo delle Poste di Napoli a Piazza Matteotti. Introdurranno l’incontro il presidente dell’Emeroteca Salvatore Maffei e il presidente dell’USSI Campania Mario Zaccaria. Saranno presenti i curatori del libro, Guido e Massimo Ghirelli, e interverranno come relatori: Gianfranco Coppola, presidente nazionale dell’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) e caporedattore RAI; Antonio Corbo, editorialista de la Repubblica, già caporedattore del Corriere dello Sport e di Repubblica Napoli; Titti Marrone, scrittrice e giornalista del Mattino, docente di Storia e Tecniche del Giornalismo e Nino Petrone, scrittore e giornalista già del Corriere dello Sport, del Mattino e del Corriere della Sera.

Una mostra dei libri di Ghirelli e dei periodici da lui diretti o recanti i suoi articoli è stata realizzata dalla “Tucci” insieme con un video, dedicato al suo percorso professionale, che verrà proiettano nel corso dell’evento.

Nel pomeriggio di Giovedì 3 novembre, alle ore 17.30, il volume verrà presentato presso la sede nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, in Via Sommacampagna 19. Al fianco dei curatori del libro interverranno Carlo Bartoli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Domenico De Masi, professore emerito di sociologia del lavoro, Gennaro Sangiuliano, ex-direttore del TG2 e neo Ministro della Cultura, Franco Recanatesi, giornalista già al Corriere dello Sport e Repubblica.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Bizzotto: i telecronisti di ogni età prendano esempio da maestri come Martellini”

“Quando affrontai la prima telecronaca della nazionale il mio pensiero andò a lui, a quel galantuomo del Microfono che da bambino avevo sentito scandire campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo con quello stile inimitabile. Ricevere come altri grandi colleghi che magari anche più e meglio di me ne hanno ripercorso le tracce mi emoziona”: parole di Stefano Bizzotto peraltro voce – con Katia Serra al commento tecnico – del racconto della finale vinta agli Europei di Londra dalla nazionale di Mancini con l’indimenticato Vialli team manager.