///
“La ginnastica e chi la racconta”, il convegno USSI-FGI in scena al CONI

“La ginnastica e chi la racconta”, il convegno USSI-FGI in scena al CONI

I relatori del Seminario – Foto Simone Ferraro

IL LINK ALLA FOTOGALLERY A CURA DI SIMONE FERRARO

ROMA – Si è svolto questa mattina, presso il Salone d’Onore del CONI, il convegno dal titolo “La ginnastica e chi la racconta – Alto agonismo e minori: la deontologia e il filo sottile della narrazione dello sport”, organizzato dalla Federazione Ginnastica d’Italia e USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana). Nel corso dell’incontro dedicato ai giornalisti e agli operatori della comunicazione sportiva, sono stati analizzati i linguaggi e i progetti di comunicazione di un ambiente in continua evoluzione mediatica – dai social alla produzione streaming – per comprendere il legame tra diritti di immagine e deontologia professionale, soprattutto in riferimento al racconto sportivo degli atleti minorenni.

Un tema particolarmente caro alla FGI, la decana delle Federazioni riconosciute dal CONI, come ha sottolineato il presidente della Federginnastica Gherardo Tecchi: “In quest’ultimo periodo le cose sono andate molto bene dal punto di vista agonistico, quest’anno abbiamo avuto un boom di iscrizioni facendo un salto metodologico e di qualità. La ginnastica non si gioca: in palestra si va a lavorare, perché chi si impegna in sport come la ginnastica va meglio a scuola e ha un percorso di vita più facile. Per noi è molto importante l’attività sociale, per far crescere in maniera sana la popolazione italiana”, ha sottolineato durante il suo intervento.

Nel corso delle cinque ore del convegno – moderato dal giornalista RAI Andrea Fusco, che da anni racconta con le sue telecronache la ginnastica – si sono alternati sul palco relatori di altissimo profilo, dopo il saluto istituzionale del presidente del CONI Giovanni Malagò, che non ha potuto essere presente al seminario ma ha inviato un videomessaggio: “Siete a casa, nel Salone d’Onore del CONI, due organismi due figli del nostro mondo. La Federginnastica, la federazione più longeva, da sempre legata a valori e tradizione, e l’USSI, nostra associazione benemerita. Complimenti per l’iniziativa. Si parla di narrazione dello sport, ma di che sport!”.

Presenti il responsabile del marketing di Sport e Salute Fabio Guadagnini, in rappresentanza del numero uno Marco Mezzaroma, il presidente della FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) Vittorio Di Trapani, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio Guido D’Ubaldo, il presidente Ussi Roma e direttore di Rai Sport Jacopo Volpi e il presidente Ussi Gianfranco Coppola che ha dichiarato come l’USSI sia felice di aver supportato la Federazione Ginnastica d’Italia: “Abbiamo già fatto in passato seminari del genere che sono molto importanti per dare ai colleghi gli strumenti indispensabili per affrontare al meglio la corretta narrazione di tutte le discipline sportive. Il racconto dello sport di cui USSI è custode da oltre 75 anni passa anche attraverso questi approfondimenti sicuramente utili per la nostra categoria“. Importante l’intervento della vicepresidente del Safeguarding Office FGI nonché ex olimpionica di nuoto e giornalista Novella Calligaris: “Bisogna stare attenti a cosa si dice, a come si dice o al tono di voce perché una frase o un rimprovero del tecnico viene recepito in maniera diversa a seconda dell’età. Serve una preparazione psicologica anche per i tecnici”. Al termine del suo intervento, è stata proiettata la prima pillola della campagna di sensibilizzazione federale con i testimonial delle varie discipline ginniche.

Tra i relatori, inoltre, presente Marta Pagnini, ex capitana della Squadra Nazionale di Ginnastica Ritmica e attualmente commentatrice tecnica: “Ci si aspetta che l’atleta sappia comunicare. Per me l’atleta che è in attività andrebbe formato sui rischi e sulle possibilità che corre costruendo il proprio personal brand, che sarà utile quando finirà di gareggiare perché rimarrà un modello. Oggi spero di essere un modello positivo per le giovani, grazie a quello che ho imparato ma anche grazie a quello che ho imparato dopo la chiusura della mia attività agonistica”, ha concluso.

Sono intervenuti al seminario che dava 7 crediti deontologici anche Valerio Piccioni, giornalista de La Gazzetta dello Sport; Dario Ricci, giornalista di Radio 24; Luca Stacul, direttore di Eurosport e Warner Bros Discovery, canale detentore dei diritti dell’Olimpiade di Parigi; Simone Ferraro, in qualità di fotogiornalista esperto di sport olimpici; Mara Cinquepalmi, giornalista professionista e collaboratrice di Atlante, il magazine di treccani.it; Franco Elisei, giornalista e presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche nonché estensore delle revisioni alla Carta di Treviso; David Ciaralli, responsabile dell’Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne della FGI; Roberto Ghiretti, CEO di SG Plus, che tra le altre cose ha presentato il Grand Prix della Ginnastica in programma il 25 novembre al PalaPanini di Modena.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.