///
Il pensiero di Renzo Ulivieri sul caso “Anna Frank”: “Non dobbiamo smettere di indignarci”

Il pensiero di Renzo Ulivieri sul caso “Anna Frank”: “Non dobbiamo smettere di indignarci”

Pubblichiamo la riflessione del vicepresidente Figc e presidente dell’Associazione italiana allenatori sui recenti avvenimenti che hanno visto “protagonisti” dei “tifosi” laziali.

da: www.assoallenatori.it
“Vorrei farmi bastare il sorriso misterioso di un adolescente, la sue parole di speranza anche sull’orlo dell’orrore nazista, per sentirmi rassicurato davanti all’abisso di ignoranza fascistoide, che ha partorito l’ultimo episodio di antisemitismo andato in scena in uno stadio. Vorrei continuare a pensare che Anna Frank, o meglio quello che resta di lei come simbolo universale, avrà sempre la meglio su certe miserie. Credo, però, che sbaglierei e con me molti del mondo del calcio, se smettessimo tutti di indignarci davanti a questa infinita deriva moralmente violenta che continua a trovare spazio dentro e intorno a certe curve.
Indignarci e controbattere. leggere in campo una pagina del Diario è una buona iniziativa immediata perché la cultura è nemica di tutti i fascismi, ma il lavoro deve essere lungo e profondo, un lavoro politico, educativo. E deve impegnare tutti noi allenatori, calciatori, dirigenti. Perché non possono più essere consentite operazioni furbe come quella organizzata dalla Lazio di Lotito: se un settore viene chiuso per un provvedimento dovuto a comportamenti razzisti, non si può far finta che siano state squalificate le tribune e non chi li occupa, aprendo surrettiziamente la curva opposta, perché non è questo il modo di contrastare tutti quelli che negano la speranza nel sorriso di Anna Frank”.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste

Allo Stadio Olimpico la Giornata dello Sport per la scuola primaria

Oltre 2000 bambini di classe V provenienti da tutte le Province italiane hanno partecipato oggi alla “Giornata dello sport per la scuola primaria”, una grande festa organizzata allo Stadio Olimpico di Roma e promossa dal Ministero dell’Istruzione, dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute per promuovere l’attività motoria e diffondere la cultura sportiva nella scuola primaria.