///
PENSIONI GIORNALISTI: Presentato un emendamento per salvare l’Inpgi

PENSIONI GIORNALISTI: Presentato un emendamento per salvare l’Inpgi

da: francoabruzzo.it
Pensioni. Inpgi: la Lega ha presentato un emendamento al “decretone” per salvare la cassa dei giornalisti. Al  Senato l’analogo tentativo della Lega è stato stoppato dal M5S. Auspicabile una convergenza  di Pd, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Va fermata la guerra dei pentastellati al giornalismo professionale, all’Ordine e alla previdenza della categoria. Indebolire i giornalisti,  rendendo precari status giuridico  e  futuro pensionistico, significa indebolire la democrazia  e destabilizzare un sistema centrale nella vita della Nazione. Per l’Inpgi, vitale recuperare i contributi di tutti coloro che fanno i giornalisti di fatto e i “comunicatori professionali” e scaricare la spesa (25 mln circa) degli ammortizzatori sociali sulla fiscalità generale. La crisi dell’editoria ha messo in chiara difficoltà  i conti dell’Istituto. Aumenta il numero dei pensionati e cala drammaticamente quello dei giornalisti contribuenti. Nel 2017 un disavanzo “previdenziale” di 163,976 milioni. Detto andamento è caratterizzato da un trend di costante peggioramento (anche nel 2018). – IN CODA dichiarazioni di Capitanio e Durigon – di Pierluca Danzi – TESTO IN https://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=26066

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste

Allo Stadio Olimpico la Giornata dello Sport per la scuola primaria

Oltre 2000 bambini di classe V provenienti da tutte le Province italiane hanno partecipato oggi alla “Giornata dello sport per la scuola primaria”, una grande festa organizzata allo Stadio Olimpico di Roma e promossa dal Ministero dell’Istruzione, dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute per promuovere l’attività motoria e diffondere la cultura sportiva nella scuola primaria.