///
SAVE, LA REGIONE IN CAMPO CONTRO GLI ABUSI DI GENERE NELLO SPORT

SAVE, LA REGIONE IN CAMPO CONTRO GLI ABUSI DI GENERE NELLO SPORT

Presentazione del progetto “Donne, Violenza e Sport SAVE Lazio” e della campagna di comunicazione “La Violenza non ha sCampo” – Mercoledì 6 luglio, alle ore 11.30, nella Sala Tevere della Regione Lazio (Via Cristoforo Colombo 212 a Roma), si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto “Donne, Violenza e Sport SAVE Lazio”.


Un progetto che vede la Regione Lazio impegnata contro le molestie e gli abusi (fisici e psicologici) sulle atlete e sulle donne del mondo dello sport, sia agonistico che amatoriale.
Un progetto realizzato da ASSIST, l’Associazione Nazionale Atlete in collaborazione con Differenza Donna Ong.

Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Libania Grenot e Raphaela Lukudo, le quattro atlete italiane che hanno vinto l’oro nella staffetta 4×400 ai Giochi del Mediterraneo a Tarragona il 30 giugno 2018.
FONTE: ANSA

All’incontro prenderanno parte Enrica Onorati, Assessora alle Pari Opportunità della Regione Lazio; Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Consiglio Regionale del Lazio; Antonella Bellutti, Bi-campionessa olimpica e Responsabile Formazione e progetti innovativi ASSIST; Stefania Spanò in arte ANNARKIKKA, Illustratrice; Eva Ceccatelli, vice campionessa europea ed atleta della nazionale di Sitting Volley; Lara Lugli, pallavolista; Valeria Valente, Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere, Elisa Ercoli Presidente di Differenza Donna Ong. Modera l’incontro la giornalista Caterina Caparello.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Ussi e libertà di stampa, due sentenze esemplari 

Conferenze stampa con limitazioni contrarie al protocollo Ussi – Lega Serie A, che garantiscono a tutti i giornalisti il libero accesso alle fonti  e il contradditorio con i tesserati: l’Unione Stampa Sportiva Italiana come da mission segnala quanto attiene al lavoro dei giornalisti e giornalisti per immagini ma anche le inosservanze ai regolamenti varati dalla Lega serie A da parte delle società. Le condizioni di lavoro alla vigilia della fase agonistica della nuova stagione di fatto già scattata chiedono attenzione e decisioni non unilaterali.

Ussi ricorda Gianpiero Galeazzi. Al Coni dettagli in Sardegna i suoi amici dal 30

Domani al Coni CONFERENZA di presentazione della TERZA EDIZIONE DEL MEMORIAL GIAMPIERO GALEAZZI – curato dal 2022 dall’Unione stampa sportiva italiana alle 12,al Palazzo H – largo De Bosis, Roma. Amico di Gianpiero e padrone di casa il presidente del Coni Giovanni Malagò con al fianco il presidente nazionale Ussi Gianfranco Coppola, il direttore di Rai Sport Iacopo Volpi mentre Simona Rolandi coordinerà gli interventi. Ai lavori partecipano Susanna e Gianluca Galeazzi, figli di Gianpiero, i presidenti Fnsi, Sport e salute e FederCusi, Vittorio di Trapani, Marco Mezzaroma e Antonio Dima, campioni e autorità. Previsti i video-saluti di Paola Pezzo, Gigi Casiraghi, Gianfranco Zola, Danilo Gallinari, Max Sirena, Fabio Aru, Filippo Tortu, Dalia Kaddari, Leonardo Pavoletti, Adriano Panatta.

L’evento ha patrocini e supporto da Regione e Fondazione di Sardegna, Odg, Ussi, Coni, Fnsi, FederCusi, Sport e salute, Sardegna ricerche, Università di Cagliari, Mcl, comune di Domus de Maria, enti pubblici e privati.

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.