///
‘Diritti violati’, nasce il premio Vera Schiavazzi per giovani giornalisti piemontesi

‘Diritti violati’, nasce il premio Vera Schiavazzi per giovani giornalisti piemontesi

 Nella foto accanto
(occhibluonlus.com): Vera Schiavazzi

Torino 25 marzo 2017 – Il Comitato promotore del Premio Vera Schiavazzi bandisce il Premio giornalistico Vera Schiavazzi rivolto a giovani giornalisti piemontesi e dedicato alla figura della giornalista di Repubblica recentemente scomparsa.
Il Premio nasce con l’intenzione di ricordare Vera Schiavazzi attraverso i principi basilari ai quali si è attenuta nei suoi quasi 40 anni di carriera, vale a dire indipendenza di giudizio, accuratezza di indagine e verifica delle fonti, che considerava valori fondamentali della professione giornalistica, e che hanno costituito la sintesi dell’insegnamento da lei profuso in 12 anni di lavoro per la Scuola di Giornalismo di Torino.
«Esiste ancora la stampa d’inchiesta? Esiste ancora un modo libero per raccontare la realtà senza condizionamenti ma utilizzando la forza della verità e della chiarezza? Esiste ancora il controllo delle fonti? Nell’attuale momento storico, “liquido”, della sovraesposizione comunicativa dovuta alle nuove tecnologie, in cui tutti siamo, contemporaneamente, oggetti e soggetti del flusso di notizie, dove sono i punti di riferimento? », si chiedono i promotori.
Il Premio intende attirare proprio su questi temi l’attenzione dei più giovani, stimolando i partecipanti a un lavoro di inchiesta e di racconto autentici.
Il bando e tutte le informazioni sono disponibili sul sito web dell’Associazione studenti master in Giornalismo di Torino.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste

Allo Stadio Olimpico la Giornata dello Sport per la scuola primaria

Oltre 2000 bambini di classe V provenienti da tutte le Province italiane hanno partecipato oggi alla “Giornata dello sport per la scuola primaria”, una grande festa organizzata allo Stadio Olimpico di Roma e promossa dal Ministero dell’Istruzione, dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute per promuovere l’attività motoria e diffondere la cultura sportiva nella scuola primaria.