///
Chiacchiere e narcisismo, i disturbi delle telecronache sportive di Aldo Grasso

Chiacchiere e narcisismo, i disturbi delle telecronache sportive di Aldo Grasso

da: corriere.it

Nelle telecronache delle partite di calcio ricorre l’uso improprio delle parole; commenti incomprensibili; tecnicismi insopportabili

2) La sindrome Risi, in onore di Dino Risi che un giorno disse di Nanni Moretti: «Scansati e fammi vedere il film». Precisiamo bene un punto: il soggetto principale di una telecronaca è la partita, non la telecronaca stessa. E invece ci sono molti telecronisti che non si scansano, vogliono restare in primo piano: gigioneggiano, impongono il loro narcisismo, parlano in continuazione per 120 minuti, più supplementari. Il loro ego smisurato deborda e copre i giocatori in campo. 3) La sindrome Conte, in onore di Paolo Conte. In una sua canzone, se non ricordo male «Blue Haway», il poeta dice: «Il mio viso si intontiva davanti al tuo parlare difficile». È un disturbo che sta colpendo molti commentatori, le cosiddette seconde voci. Una volta li ho accusati di esprimersi in «covercianese», un linguaggio settoriale per addetti ai lavori. Adesso siamo oltre: uso improprio delle parole, commenti incomprensibili, tecnicismi insopportabili. Esiste una scienza del calcio? Se sì, produciamo dei testi, spezziamo il pane del sapere alle moltitudini. Altrimenti, il gergo interno ci porterà solo all’intontimento globale.

Aldo Grasso

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.