///
Eroi del calcio: Immobile ed Orsato nel segno di Margiotta e Boggi

Eroi del calcio: Immobile ed Orsato nel segno di Margiotta e Boggi

Di Raffaella Palumbo
Eroi del Calcio tra Roma ed Agropoli. Dopo il successo della prima edizione, che ha visto il riconoscimento USSI dedicato all’indimenticabile eroe del calcio agropolese Vincenzo Margiotta, centravanti della Salernitana in serie A nel 1948, assegnato a Totò Schillaci, indimenticato campione del mondo nel 1990, quest’anno, la seconda edizione con un calendario ancora più variegato ha visto l’apertura di lusso presso la Sala Stamoa dello Stadio Olimpico di Roma.
Davanti agli emozionati parenti di Margiotta e con il presidente FIGC Gravina e quello di Sport Vito Cozzoli riconoscimento a Ciro Immobile goleador della Lazio e della nazionale.
“Il Racconto dello sport passa per le storie degli uomini che scrivono le pagine che sono passione ardente per la gente di ogni ceto sociale ed età senza distinzioni” ha detto il presidente dell’USSI, Gianfranco Coppola, alla presenza della grande squadra di radio telecronisti eredi di Nando Martellini presenti per il Primo Memorial Dedicato all’indimenticabile Nando.

Ultimo atto la premiazione USSI Memorial Roberto Boggi, dedicata ad un grande arbitro internazionale, originario di Salerno, ma ufficialmente nato a New York: il premio è stato assegnato a Daniele Orsato, che ha ricordato l’influenza di Boggi, nelle vesti di mentore e commissario tecnico. Boggi, quando Orsato arbitrava ancora in Serie C, gli fornì preziosi consigli, gli stessi contribuirono a renderlo un arbitro di alto livello.

L’evento, oltretutto, ha visto la partecipazione della famiglia Boggi al completo: la moglie Francesca e i figli Pasquale ed Alessandra. E poi i felici e numerosi giovani provenienti dalle scuole calcio, accompagnati dai loro genitori, i quali hanno avuto l’opportunità di rivolgere domande a Daniele Orsato che, con eleganza, semplicità e sobrietà, ha soddisfatto tutte le richieste.

La manifestazione ha avuto nei giorni scorsi ulteriori momenti di rilievo, con la partecipazione di personaggi come Peppe Volpecina e Pedro Pasculli. Tra gli ospiti hanno figurato anche i giornalisti Mario Zaccaria, storico Capo dell’agenzia Ansa a Napoli e da tempo presidente Ussi Campania; Pierpaolo Petino direttore Video informazioni e Francesco De Luca, capo delle Pagine sportive de Il Mattino.
Inoltre, sono stati premiati anche tre giornalisti storici del territorio campano, ma di fama nazionale: la firma Scudetto de Il Mattino” Roberto Ventre; Enzo Casciello, giornalista di lungo corso, di grande qualità, sia come carta stampata, sia come inviato, poi nelle vesti di capo redattore de’ “Il Mattino”, fino alle televisioni private, di cui fu uno dei primi telecronisti e conduttori.
Quindi il decano Clodomiro Tarsia che per il più grande quotidiano del Mezzogiorno ha fatto tutto e benissimo fino all’ideazione de Il Mattino Mare. Un totem lo hanno definito i colleghi presenti col
Presidente Coppola che tanto insiste sul bel racconto dello
Sport.

In conclusione, ha preso parte all’evento anche Don Patrizio Coppola, noto come “padre joystick”, che con fare coinvolgente ha entusiasmato gli studenti del Liceo di Agropoli, attraverso con una performance memorabile. Durante l’evento, il famoso sacerdote ha affrontato il tema del linguaggio tecnologico e contemporaneo, ha evidenziato come molti giovani abbiano intrapreso la carriera di allenatori e giocatori di e-sport calcistici, dopo aver frequentato la sua università, con sede nel campus universitario di Solofra.

La presenza di don Patrizio Coppola ha contribuito a promuovere una visione positiva e inclusiva dei videogiochi e dell’e-sport all’interno della comunità studentesca. Coppola ha dimostrato come sia possibile conciliare la passione per il panorama virtuale con i valori di socialità, cooperazione e impegno. L’USSI mette in evidenza, ancora una volta, l’intraprendenza, la competenza, l’empatia e l’entusiasmo che, grazie a tutti i propri membri, illumina le innumerevoli strade che, tramite lo sport, è possibile percorrere.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Corte federale d’appello, confermata la sanzione da 250mila euro al Napoli

Il club di Aurelio De Laurentiis aveva impedito l’accesso alle conferenze stampa di alcuni cronisti. Episodi stigmatizzati più volte dall’Ussi. “Adesso, a un mese dall’avvio del campionato, arriva un segnale importante per il diritto di cronaca che conferma il nostro impegno quotidiano” dice Gianfranco Coppola

Ussi e libertà di stampa, due sentenze esemplari 

Conferenze stampa con limitazioni contrarie al protocollo Ussi – Lega Serie A, che garantiscono a tutti i giornalisti il libero accesso alle fonti  e il contradditorio con i tesserati: l’Unione Stampa Sportiva Italiana come da mission segnala quanto attiene al lavoro dei giornalisti e giornalisti per immagini ma anche le inosservanze ai regolamenti varati dalla Lega serie A da parte delle società. Le condizioni di lavoro alla vigilia della fase agonistica della nuova stagione di fatto già scattata chiedono attenzione e decisioni non unilaterali.

Addio a Marcello Lazzerini gentiluomo della Rai

E’ morto a 86 anni il giornalista e scrittore fiorentino Marcello Lazzerini. Come ricorda l’Ast in una nota in cui esprime cordoglio, Lazzerini era stato cronista de L’Unità fin dagli anni Sessanta e poi era passato alla Rai divenendo “un ottimo telecronista e radiocronista perfino di ‘Tutto il calcio minuto per minuto’, con Enrico Ameri e Sandro Ciotti. Otteneva ascolti e considerazione raccontando la Fiorentina”. Fu anche scrittore e vinse il Bancarella sport.