///
Il GLGS (Ussi Lombardia) ricorda così il collega Daniele Radaelli

Il GLGS (Ussi Lombardia) ricorda così il collega Daniele Radaelli

Milano 2 gennaio 2018 – Il 2017 si è chiuso con un grave lutto per il giornalismo sportivo italiano: nel pomeriggio del 31 dicembre, all’ospedale di Vimercate, è morto Daniele Redaelli, 65 anni, già caporedattore centrale e segretario di redazione della Gazzetta dello Sport, dove era entrato giovanissimo come correttore di bozze per poi diventare giornalista professionista nel 1976. Durante tutta la sua carriera, è stato iscritto al GLGS.
Daniele Redaelli, originario di Sesto San Giovanni (dove i suoi funerali saranno celebrati mercoledì 3 gennaio, nella basilica di Santo Stefano alle ore 10), è stato una delle colonne della Gazzetta, che lo ha ricordato come “uno che aveva la maglia rosa cucita sulla pelle”: ha guidato a lungo la redazione Sport Vari prima di diventare segretario di redazione. Dopo la pensione, ha continuato a vivere l’atmosfera del “suo” giornale: era lui che spiegava la Gazzetta alle scolaresche in visita, era lui ad occuparsi della Fondazione Candido Cannavò per lo sport.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Articoli Correlati

 SPORT NEI PARCHI: A CENE UNA PALESTRA A CIELO APERTO

Una palestra a cielo aperto. Così viene definito il progetto Sport nei Parchi, che ha visto la luce a Cene, frutto dell’iniziativa di Sport e Salute e Associazione Nazionale Comuni d’Italia, in attuazione del  Progetto Sport nei Parchi.

RIUNIONI CONI A MILANO “CITTA’ OLIMPICA”

Un omaggio a Milano, diventata città olimpica. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha definito la scelta di far svolgere nel capoluogo lombardo le riunioni della Giunta e del Consiglio nazionale.