///
Il Congresso Aips in Qatar

Il Congresso Aips in Qatar

trioUna mozione per la libertà di stampa, la presentazione dei più grandi eventi sportivi in calendario nei prossimi anni e i forum con Fifa e Cio. Ricco di spunti, con oltre 110 paesi rappresentati coi delegati da tutto il mondo, il 79mo Congresso dell’Aips, l’Associazione della Stampa Sportiva Internazionale, che si è svolto a Doha, capitale del Qatar: tre giorni intensi, scanditi da numerosi incontri per discutere dei principali problemi che ogni Federazione deve affrontare.
Dopo i lavori del Comitato Esecutivo, presieduti dal presidente di Aips Gianni Merlo (al centro, con a destra Gianfranco Coppola, nella foto di Carlo Pozzoni, dal sito www.aips.com) , il Congresso ha messo in agenda vari meeting, divisi in base al continente di appartenenza; per quanto riguarda quello europeo, gli argomenti di discussione sono stati la richiesta di affiliazione da parte del Kosovo e la petizione all’Unione Europea per difendere i diritti dei giornalisti, spesso costretti a pagare per svolgere il loro lavoro. A seguire alcuni esponenti politici e sportivi locali, tra cui Thani Al Kuwari, Segretario Generale del Comitato Olimpico Qatariota, e Hassan Abdullah Al Tawadi del Supreme Committee of Delivery and Legacy, hanno dato il loro benvenuto, spiegando tra l’altro anche i progetti di sviluppo che sono in corso nel Paese, come ad esempio la costruzione di una linea ferroviaria a basso impatto ambientale.
Un plauso al progetto Young Reporter di Aips è arrivato da Oleg Matytsin, Presidente della Fisu, che ha annunciato le Universiadi Invernali ed Estive, entrambe previste nel prossimo anno – rispettivamente ad Almaty (Kaz) (29 gennaio-8 febbraio 2017) e a Taipei (17-30 agosto 2017) – e di Lukas Achermann, Head of Events Services della Uefa, il quale ha presentato la fase finale degli Europei di calcio, che si svolgeranno in Francia a partire dal prossimo 10 giugno. In prima serata Abdullah Bin Nasser, Primo Ministro del Qatar, ha presenziato alla Cerimonia di Apertura, confermando l’alto profilo dell’Aips e la capacità dell’Associazione di stabilire rapporti amichevoli e fruttuosi anche con le autorità locali. platea
Martedì 9 febbraio, giorno del Qatar Sports Day, c’è stata l’interessante visita all’Aspire Dome, una vera e propria città dello sport, in cui i ragazzi possono studiare e allenarsi allo stesso tempo e vengono costantemente seguiti nella loro crescita. La Qatar Foundation, un altro sito importante e anch’esso coinvolto nelle celebrazioni, è invece un’università che attira studenti da oltre 90 paesi e vanta la biblioteca più grande di tutto il Medio Oriente.
Altrettanto interessanti sono state le visite al Khalifa Stadium e alla Labour City, la città dove vivono i lavoratori. Per quanto riguarda il primo, si tratta di uno degli stadi che verranno utilizzati per la fase finale della Coppa del Mondo di calcio del 2022, prevista appunto in Qatar, e proprio per questo motivo sono in corso i lavori per renderlo adeguato ad una manifestazione così importante.
Inoltre, tra le decisioni prese durante il Congresso spiccano le richieste accolte da parte di Kosovo e Sri Lanka di diventare membri a tutti gli effetti dell’Associazione e la riaffiliazione del Rwanda.
Infine, con la cerimonia di chiusura, trasmessa in diretta da un’emittente locale, si è concluso il 79mo Congresso: l’appuntamento è per Seoul- Pyongyang dal 7 al 12 maggio 2017.
Per l’Aips Asia tuttavia i lavori sono continuati a Manama, la capitale del Bahrain, dove dall’11 al 13 febbraio ha avuto luogo il 18mo Congresso asiatico, in cui sono state rinnovate le cariche per il quadriennio 2016- 2020. Il nuovo Presidente è Mohammed Qassim (Brn), il quale succede a Faisal Al Qanai (Kuw). Per l’occasione il sammarinese Giacomo Santi e il greco Emmanouil Meremetis sono stati invitati come ospiti, all’interno di un più ampio progetto di scambi tra le sezioni continentali dell’Aips stessa.
Un’associazione sempre più propositiva e costruttiva nel rapporto delicato tra sport e protagonisti con la mediazione di chi lo racconta.

Gianfranco Coppola delegato Ussi Aips

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.

Fondazione Allianz UMANA MENTE e Hol4All, una vacanza per tutti sulla neve di La Thuile

La Fondazione Allianz UMANA MENTE, principale espressione delle iniziative di responsabilità sociale del Gruppo Allianz in Italia, ha organizzato dal 20 al 24 marzo a La Thuile in Valle d’Aosta la nuova sessione di Hol4All, forma sintetica di “Holiday for All – una vacanza per tutti”, un progetto di integrazione e partecipazione sociale ideato per offrire una vacanza a bambini e ragazzi con una disabilità complessa o malattie rare, insieme alle loro famiglie.

Hol4All è un progetto avviato per la prima volta nel 2021 e nato dall’incontro tra famiglie con figli con disabilità e gli oltre 20 anni di esperienza della Fondazione Allianz UMANA MENTE. Hol4All risponde agli obiettivi 3 (Salute e benessere) e 10 (Ridurre le disuguaglianze) definiti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile (SDGs).