///
Successo del convegno sulla riforma della Giustizia sportiva

Successo del convegno sulla riforma della Giustizia sportiva

20141204_103508
Una location perfetta quella dell’Aula Magna della Scuola dello Sport del Coni per ospitare il Seminario organizzato dall’Unione Stampa Sportiva Italiana (Ussi) e dal Centro Studi di Diritto, Economia ed Etica dello Sport. Un’ottima occasione per spiegare ai giornalisti sportivi i contenuti della Riforma della giustizia sportiva recentemente approvata dal Coni. E’ stata una mattinata intensa ricca di contenuti che ha attirato in pieno l’attenzione dei presenti (nella foto in copertina di Sergio Grandi, i relatori del Convegno).
Ha aperto i lavori il Presidente dell’Ussi Luigi Ferrajolo che ha narrato la storia del passaggio dalla vecchia alla nuova Giustizia Sportiva evidenziando tutti gli aspetti che hanno reso necessario questo cambiamento.
SER_6140_01Cinque i relatori. Per primo ha preso la parola l’avvocato Antonio Conte, che ha fatto parte della Commissione di riforma della giustizia sportiva del Coni. Conte ha illustrato in modo dettagliato tutti gli aspetti della Riforma sottolineando tutte le novità e ricordando come il Coni si sia posto un termine al 30 giugno 2015 per verificare la necessità di eventuali correttivi. Subito dopo l’ avvocato Sergio Artico, Presidente del Tribunale Federale Nazionale della Figc, ha affrontato il tema del “Nuovo processo sportivo”. Ed è stato interessante conoscere fin nei particolari le modalità di svolgimento del processo che tanti conoscono solo genericamente. Grande interesse per la relazione dell’avvocato Gabriella Palmieri Sandulli, membro del Collegio di Garanzia del Coni. Dopo aver difeso con grande passione il comportamento del Tnas nel periodo in cui faceva parte di tale organismo ha spiegato la grande novità del nuovo organo (Collegio di garanzia) che non costituisce più un terzo grado di merito, ma è un vero e proprio giudice di legittimità. Insomma, finalmente, anche lo sport ha la sua Cassazione.
Grande attesa per l’intervento dell’avvocato Gianfranco Tobia, Presidente del Centro Studi di Diritto, Economia ed Etica dello Sport, in considerazione del tema da lui affrontato “Procura generale dello Sport e Procure federali”. Con una accurata disamina sono stati chiariti i rapporti tra le due diverse Procure ma è stato soprattutto evidenziata la ragione della istituzione della Procura 20141204_103814generale dello Sport, organo deputato a favorire il lavoro migliore delle Procure federali. Inutile dire che l’argomento ha appassionato i presenti tanto da provocare numerosi interventi e qualche polemica. Per ultimo l’ottimo intervento di Roberto Reali, Presidente della I sezione della Corte d’Appello di Roma, sul tema “ Clausola compromissoria e vincolo di giustizia”. Un esame tecnico reso vivo dalla storia dell’evoluzione del problema di uno dei temi più affascinanti del diritto sportivo. Ha chiuso i lavori Luigi Ferrajolo. Applausi per tutti.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.

Fondazione Allianz UMANA MENTE e Hol4All, una vacanza per tutti sulla neve di La Thuile

La Fondazione Allianz UMANA MENTE, principale espressione delle iniziative di responsabilità sociale del Gruppo Allianz in Italia, ha organizzato dal 20 al 24 marzo a La Thuile in Valle d’Aosta la nuova sessione di Hol4All, forma sintetica di “Holiday for All – una vacanza per tutti”, un progetto di integrazione e partecipazione sociale ideato per offrire una vacanza a bambini e ragazzi con una disabilità complessa o malattie rare, insieme alle loro famiglie.

Hol4All è un progetto avviato per la prima volta nel 2021 e nato dall’incontro tra famiglie con figli con disabilità e gli oltre 20 anni di esperienza della Fondazione Allianz UMANA MENTE. Hol4All risponde agli obiettivi 3 (Salute e benessere) e 10 (Ridurre le disuguaglianze) definiti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile (SDGs).