///
Le condoglianze dell’Ussi per la morte di Vito Maggio

Le condoglianze dell’Ussi per la morte di Vito Maggio

È morto questa mattina il giornalista sportivo Vito Maggio, punto di riferimento per il mondo dei cronisti sportivi, dello sport siciliano
e non solo. Aveva 91 anni. Vito Maggio è stato dirigente sportivo, cronista attento e scrupoloso. Da sempre impegnato in prima linea sulla interminabile battaglia dello stato di salute degli impianti sportivi cittadini. Ha seguito per tantissimi anni le vicende quotidiane della squadra di calcio del Palermo andando ogni giorno sui campi di allenamento. Una conoscenza delle vicende rosanero che gli ha permesso di raccontare e firmare insieme a Giuseppe Bagnati il libro “Palermo, una storia di cent’anni” in occasione dei primi cento anni
del club rosanero. Appassionato delle vicende sportive, dopo avere raccontato la prima squadra rosanero ha continuato a seguire quelle della Primavera negli anni migliori del settore giovanile palermitano con lo stesso spirito di un cronista all’inizio della carriera
giornalistica.

Corrispondente per oltre cinquant’anni della Gazzetta dello Sport ha ideato e diretto per oltre quarant’anni lo Sport Film Festival,
rassegna internazionale della cinematografia sportiva. Difficile immaginare un evento sportivo senza la presenza di Vito Maggio, dai
primi storici mondiali di football americano al velodromo di Palermo fino a quelli di baseball, sua vera passione, che lo hanno portato a
essere anche dirigente della federazione sia di baseball che di softball.
Aveva sempre consigli preziosi per i cronisti più giovani e non perdeva occasione per sostenere e incoraggiare le iniziative sindacali nella lotta al precariato in tutti i campi e in particolare nel mondo dei giornali.
L’Ussi ricorda Vito Maggio ed esprime le più sentite condoglianze alla famiglia.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Corte federale d’appello, confermata la sanzione da 250mila euro al Napoli

Il club di Aurelio De Laurentiis aveva impedito l’accesso alle conferenze stampa di alcuni cronisti. Episodi stigmatizzati più volte dall’Ussi. “Adesso, a un mese dall’avvio del campionato, arriva un segnale importante per il diritto di cronaca che conferma il nostro impegno quotidiano” dice Gianfranco Coppola

Ussi e libertà di stampa, due sentenze esemplari 

Conferenze stampa con limitazioni contrarie al protocollo Ussi – Lega Serie A, che garantiscono a tutti i giornalisti il libero accesso alle fonti  e il contradditorio con i tesserati: l’Unione Stampa Sportiva Italiana come da mission segnala quanto attiene al lavoro dei giornalisti e giornalisti per immagini ma anche le inosservanze ai regolamenti varati dalla Lega serie A da parte delle società. Le condizioni di lavoro alla vigilia della fase agonistica della nuova stagione di fatto già scattata chiedono attenzione e decisioni non unilaterali.

TUFFI SENZA BARRIERE: IL 23 LUGLIO TORNA A ROMA “TUFFI ADAPTED”

Si rinnova anche per il 2024 l’iniziativa Tuffi Adapted, organizzata dalla M.R. Sport dei fratelli Marconi asd e patrocinata dai principali enti locali e sportivi, diventata tappa fissa nel panorama nazionale e internazionale dei tuffi per atleti con disabilità.

Grazie anche al contributo del Progetto “Tuffi 3D: Diversity – Dive – Disabled”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della Famiglia nell’ambito del Avviso pubblico “Educare insieme”, tuffatori provenienti da tutta Italia si incontreranno a Roma il prossimo 23 luglio 2024 presso Complesso Natatorio del Foro Italico, per confrontarsi in una gara di tuffi il cui obiettivo è offrire opportunità sportive, sociali e relazionali a persone con disabilità per una loro crescita e integrazione.

Addio a Marcello Lazzerini gentiluomo della Rai

E’ morto a 86 anni il giornalista e scrittore fiorentino Marcello Lazzerini. Come ricorda l’Ast in una nota in cui esprime cordoglio, Lazzerini era stato cronista de L’Unità fin dagli anni Sessanta e poi era passato alla Rai divenendo “un ottimo telecronista e radiocronista perfino di ‘Tutto il calcio minuto per minuto’, con Enrico Ameri e Sandro Ciotti. Otteneva ascolti e considerazione raccontando la Fiorentina”. Fu anche scrittore e vinse il Bancarella sport.