///
L’emozionante ritorno di Ezio Luzzi allo Stadio Olimpico dopo 20 anni

L’emozionante ritorno di Ezio Luzzi allo Stadio Olimpico dopo 20 anni

di Carlo Liguori

Grazie alla lodevole iniziativa dei soci USSI Roma Gianluca Guerrisi e Fausto Zilli, del quindicinale ATLASORBIS, la Tribuna Stampa dello Stadio Olimpico, in occasione di Roma-Juventus, ha potuto accogliere nuovamente, dopo oltre 20 anni, una delle voci storiche della radio italiana, della leggendaria trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto: Ezio Luzzi.

È stato molto commovente che tanti colleghi più anziani, ma anche i più giovani, vissuti nel mito di Bortoluzzi Carosio, Ameri, Ciotti, Provenzali, Cucchi, Raffa, Dotto, Ferretti, Gentili, Moretti abbiano riabbracciato Ezio. Veramente eccezionale l’ospitalità della AS ROMA che attraverso il Capo Ufficio Stampa Gianni Castaldi ha salutato Ezio e lo ha posto a suo agio tra i colleghi del Gruppo romano giornalisti sportivi.

Ezio è stato ovviamente il grande protagonista delle conferenza stampa dei due allenatori: Daniele De Rossi e Massimiliano Allegri. Ha esordito con entrambi dicendo che forse loro, troppo giovani, non si ricordassero di lui. E invece De Rossi e Allegri, con entusiasmo, hanno risposto che lo ricordano benissimo e che sono onorati di conoscerlo.

Ezio, molto molto emozionato, ha detto ai colleghi tutti intorno al lui: “Nonostante la mia veneranda età – 91 anni portati alla stragrande – la passione del giornalismo anima ancora le giornate della mia vita nella mia Elleradio e oggi grazie ai colleghi Guerrisi e Zilli, ho voluto rivivere le emozioni dello stadio, rivedere e salutare tanti colleghi, amici e assistere al big match Roma-Juventus. Ringrazio l’amico Gianni Castaldi e la AS Roma per avermi ospitato questa sera, facendomi tornare indietro con la memoria di tanti anni”.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Addio a Mandolesi: il racconto della Roma

È venuto a mancare a 76 Alberto Mandolesi, voce e volto storico della TV e della radiofonia capitolina. Con il suo garbo e profonda passione ha dato voce alle gesta della squadra giallorossa.