///
Siderno saluta La Calabria per Miguel: sorrisi, musica, sport e inclusione

Siderno saluta La Calabria per Miguel: sorrisi, musica, sport e inclusione

La Corsa di Miguel saluta la Calabria sullo splendido Lungomare delle Palme “Iannopollo” in mezzo a tante emozioni. Tante gare sui mille metri in ricordo del podista argentino desaparecido che dal 2000 viene commemorato anche in Italia. Ma anche musica con ragazze e ragazzi del liceo magistrale per una formidabile interpretazione di “Solo le pido a Dios” dedicata alla speranza di pace.
Un altro momento magico è stato regalato dalla band ‘All are once’ con una performance di alto livello artistico e di respiro internazionale sulle note di ‘Imagine’, ‘Zombie’ e ‘What’s Up’.
Con gli studenti si è visto anche Roberto Sgambelluri, l’ex ciclista professionista che non disdegna ancora qualche uscita in bici, e Alina Grigore, un passato da ostacolista sui 400 e un presente di animatrice della Ulimp, la società sportiva di riferimento del campo di Siderno. Anche Fausto Certomà con i ragazzi di AtleticaMente è il progetto Fitwalking che fa camminare ormai da anni tanti cittadini della Locride.

Il momento più emozionante della giornata e’ stata la dedica di Leo, un giovane atleta con disabilità che ha voluto dedicare il suo sforzo a “quel ragazzino”. Un ragazzino che si chiamava Miguel Sanchez e che ha fatto correre anche tanta Calabria https://youtu.be/HjtiAOQU53c.

Tra i presenti Walter Malacrino (coordinatore di Sport e Salute Calabria), Salvatore Papa (delegato Coni Calabria), Antonello Scagliola (presidente Cip Calabria), Rudi Lizzi (consigliere della Città metropolitana di Reggio Calabria).

A fare gli onori di casa Francesca Lopresti (assessora all’Istruzione del comune di Siderno).

Link Flash Mob “NO alla violenza di genere, SI’ alla Co-Esistenza https://www.youtube.com/watch?v=wE63CsjXP1E

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.