///
Torre Allianz in festa con Tina e Milo, le Mascotte ufficiali dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano Cortina 2026

Torre Allianz in festa con Tina e Milo, le Mascotte ufficiali dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano Cortina 2026

Milano 29 febbraio 2024 – Allianz Italia ha celebrato una bella giornata di festa con i propri dipendenti milanesi, con due ospiti d’eccezione: Tina e Milo, le Mascotte ufficiali dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano Cortina 2026. L’evento si è tenuto ieri in Torre Allianz a Milano, dove la Fondazione Milano Cortina 2026 ha sede.

In occasione della visita, le simpatiche Mascotte, che riproducono due ermellini i cui nomi richiamano quello delle città che ospiteranno i Giochi, sono state accolte con calore dai dipendenti della Compagnia che hanno potuto scattarsi dei selfie con le Mascotte, rinnovando così l’entusiasmo per la partnership globale del Gruppo Allianz con i Movimenti Olimpico e Paralimpico Internazionali.

Valentina Sestan, Head of Strategic CEO Projects e Responsabile del Progetto Olimpico e Paralimpico di Allianz S.p.A. ha commentato: “Allianz si rispecchia pienamente nei valori olimpici e paralimpici. Una giornata come questa può rinnovare la motivazione e l’orgoglio di tutti noi verso l’importante evento sportivo che appassiona le persone di tutto il mondo. Quest’anno seguiremo da vicino i Giochi di Parigi 2024 con tante iniziative dedicate alle nostre persone, ai clienti, agli agenti e a tutti gli altri stakeholder e siamo sempre più carichi di entusiasmo accompagnando Milano-Cortina 2026 verso i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali che torneranno in Italia dopo 20 anni”.

Le Mascotte di Milano Cortina 2026, presentate alla recente edizione del Festival di Sanremo, sono due vivacissimi ermellini e incarnano lo spirito italiano contemporaneo. Accoglieranno e coinvolgeranno atlete, atleti, spettatrici e spettatori da tutto il mondo. Tina è l’abbreviazione di Cortina, e Milo di Milano: sono sorella e fratello, simili ma non identici! Tina è una sognatrice e grande appassionata di arte e di musica. Milo invece è un tipo pratico e paziente, ama la natura e va pazzo per i giochi sulla neve. Tina è la Mascotte Olimpica, Milo è la Mascotte Paralimpica, è nato senza una zampetta ma con un po’ di ingegno e tanta forza di volontà ha imparato a usare la coda e a superare ogni ostacolo facendo della sua diversità una forza. 

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.