///
Toscana, Regione e Assostampa firmano il protocollo su 'Attività del 118 e diritto di cronaca'

Toscana, Regione e Assostampa firmano il protocollo su 'Attività del 118 e diritto di cronaca'

Previsti, fra le altre cose, incontri formativi rivolti ai giornalisti che, per alcuni temi, potranno essere aperti anche a personale del Servizio sanitario regionale. I corsi saranno dedicati alla memoria di Dario Rossi, presidente del Gruppo uffici stampa dell’Ast scomparso nel settembre 2017.

Il presidente Ast, Sandro Bennucci

Un protocollo d’intesa tra Regione Toscana e Associazione Stampa Toscana che afferma una forte collaborazione per una corretta comunicazione a tutti i media (carta stampata, agenzie di stampa, radio, tv e online) delle informazioni oggetto del diritto di cronaca riguardanti l’attività del 118, anche attraverso l’organizzazione di incontri formativi congiunti. L’hanno siglato nella sede dell’Ast, l’assessore regionale al diritto alla salute e il presidente dell’Assostampa Sandro Bennucci.
«Nel protocollo – spiega una nota del sindacato regionale – si sottolinea che una corretta informazione può essere data solo attraverso la collaborazione fattiva tra le fonti di informazione primarie e gli addetti all’informazione: giornalisti nei diversi ruoli, sia quelli che lavorano negli uffici stampa delle aziende sanitarie che i giornalisti dei vari organi di informazione. E si riconosce l’importanza dell’intermediazione giornalistica per la corretta informazione sui fatti di cronaca, e di una chiara, snella e proattiva collaborazione tra la Regione Toscana, i sistemi di emergenza-urgenza delle aziende sanitarie e gli organi di stampa, ridefinendo e qualificando allo stesso tempo il ruolo dell’addetto stampa delle aziende sanitarie e condividendo tra gli attori modalità omogenee di contenuti e interfaccia».
In base al protocollo firmato, Regione e Assostampa si impegnano a collaborare per l’organizzazione di corsi di formazione professionale rivolti ai giornalisti, ma che per alcuni temi potranno essere aperti anche a personale del Servizio sanitario regionale.
Obiettivo dei corsi, ‘fornire ai giornalisti conoscenze in ambito sanitario provenienti da fonte istituzionale autorevole e indipendente. e al personale del SSR che potrà essere coinvolto anch’esso quale discente, una più compiuta condivisione delle rispettive prerogative, ruoli e modalità di intermediazione nel rispetto del diritto di cronaca, diritto di informazione e della privacy, al fine di fornire ai cittadini un’informazione corretta e scientificamente validata, contrastando il fenomeno della disinformazione e delle fake news circolanti’.
I corsi saranno dedicati alla memoria di Dario Rossi, giornalista della redazione di Toscana Notizie e presidente del Gruppo uffici stampa dell’Ast, scomparso nel settembre 2017.
Regione e Assostampa si impegnano anche a promuovere un apposito confronto con il Garante della privacy, allo scopo di adeguare e meglio chiarire aspetti che l’attuale normativa non contempla, per supportare adeguatamente il ruolo di intermediazione degli addetti stampa, in particolare nei fatti di cronaca.
Inoltre – si legge ancora nel protocollo – ‘Assostampa attraverso la Federazione Nazionale della Stampa e Regione Toscana nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni , ognuno per la propria parte, si faranno promotori di una proposta convergente di modifica della normativa vigente, per meglio esplicitare i rapporto fra gli addetti stampa delle aziende sanitarie e gli enti del SSN e i giornalisti delle varie testate, per la gestione delle informazioni in situazioni di emergenza-urgenza (con particolare riferimento alla normativa di tutela della privacy), al fine di ridefinire e qualificare la stessa intermediazione tra addetto stampa e giornalisti, nell’interesse della corretta informazione ai cittadini’.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.

Fondazione Allianz UMANA MENTE e Hol4All, una vacanza per tutti sulla neve di La Thuile

La Fondazione Allianz UMANA MENTE, principale espressione delle iniziative di responsabilità sociale del Gruppo Allianz in Italia, ha organizzato dal 20 al 24 marzo a La Thuile in Valle d’Aosta la nuova sessione di Hol4All, forma sintetica di “Holiday for All – una vacanza per tutti”, un progetto di integrazione e partecipazione sociale ideato per offrire una vacanza a bambini e ragazzi con una disabilità complessa o malattie rare, insieme alle loro famiglie.

Hol4All è un progetto avviato per la prima volta nel 2021 e nato dall’incontro tra famiglie con figli con disabilità e gli oltre 20 anni di esperienza della Fondazione Allianz UMANA MENTE. Hol4All risponde agli obiettivi 3 (Salute e benessere) e 10 (Ridurre le disuguaglianze) definiti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile (SDGs).