///
Ussi Lombardia in lutto: addio a Roberto Milazzo

Ussi Lombardia in lutto: addio a Roberto Milazzo

milazzoIl giornalismo sportivo ha perso una delle sue migliori figure professionali e umane con la morte di Roberto Milazzo (il primo, accanto alla ruota della bicicletta), inviato di calcio e poi storico caporedattore e vicedirettore della “Gazzetta dello Sport” al fianco di Gino Palumbo e Candido Cannavò. Milazzo si è spento martedì 8 novemvre a Milano all’età di 75 anni, lasciando un profondo ricordo di sé in tanti colleghi della sua generazione e in molti più giovani di cui è stato maestro e amico. Milanese, ex pallavolista, Roberto “Bob” Milazzo aveva iniziato la carriera negli anni ’60 a “Tuttosport”, quindi era entrato nella redazione sportiva del “Corriere della Sera”. Nel 1980, chiamato alla “Gazzetta”, era diventato insostituibile “uomo di macchina”, dando per anni la sua impronta alle pagine del giornale. Aveva ricoperto questo ruolo fino al 2002, anno in cui da vicedirettore aveva lasciato la “Rosea”.

Un lutto anche per il GLGS di cui Roberto Milazzo era uno degli iscritti da più lunga data. Alla sua famiglia il Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi esprime tutto il suo cordoglio.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.