///
Al vicepresidente USSI Sicilia Lorenzo Gugliara che ha subito intimidazioni per il proprio lavoro va la solidarietà dell’USSI

Al vicepresidente USSI Sicilia Lorenzo Gugliara che ha subito intimidazioni per il proprio lavoro va la solidarietà dell’USSI

Il gruppo regionale siciliano dell’Ussi si unisce con forza ai messaggi di solidarietà espressi nei confronti del suo vicepresidente Lorenzo Gugliara minacciato per il solo fatto di avere svolto il proprio lavoro. E’ inaccettabile ricevere insulti e frasi dai contenuti intimidatori semplicemente per avere fatto al meglio il proprio dovere. A Lorenzo giunga la nostra testimonianza di affetto. Nel segno della massima unità sindacale, doverosa in momenti come questi, facciamo nostro il messaggio inviato dalla Federazione Nazionale della Stampa e dall’Associazione Siciliana della Stampa.
“Minacciato via social in modo chiaro – scrivono di concerto la Fnsi e l’Assostampa – con insulti e frasi dai contenuti intimidatori da un pregiudicato, per avere scritto un articolo di cronaca nera esponendo i fatti. È accaduto al giornalista Lorenzo Gugliara, corrispondente de La Sicilia da Scordia in provincia di Catania, consigliere nazionale della Fnsi e vice presidente dell’Ussi. A Lorenzo, collega attento e scrupoloso, giornalista apprezzato per la conoscenza del suo territorio e per l’attenzione con cui svolge l’attività giornalistica, va la totale solidarietà di Assostampa Siciliana e Federazione nazionale della Stampa italiana. Siamo certi che le forze dell’ordine, alle quali denuncerà questo fatto gravissimo, faranno immediatamente chiarezza sull’episodio”.
Al collega Lorenzo Gugliara vice presidente del gruppo USSI Sicilia va la solidarietà dell’Ussi nazionale che appreso con preoccupazione i fatti incresciosi che sono accaduti.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste