///
Villaggio Sport4Earth: dal 21 al 25 aprile (anche) lo Sport celebra l’ambiente e la salvaguardia del Pianeta

Villaggio Sport4Earth: dal 21 al 25 aprile (anche) lo Sport celebra l’ambiente e la salvaguardia del Pianeta

 

Al Galoppatoio di Villa Borghese la grande area multidisciplinare,
che si svolge nell’ambito del Villaggio per la Terra, che celebra l’Earth Day

Atletica, bocce, canoa, canottaggio, cronometristi, dama, equitazione, futsal, rugby
tennis, tennis tavolo, tiro con l’arco sono alcune delle discipline presenti.

#iocitengo #earthday2017 #villaggioperlaterra
www.villaggioperlaterra.it
Dal 21 al 25 aprile 2017 il Galoppatoio di Villa Borghese, a Roma, ospiterà il Villaggio Sport4Earth nell’ambito del “Villaggio per la Terra”, organizzato da Earth Day Italia per celebrare con moltissime iniziative la Giornata Mondiale della Terra, che coinvolge fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Una iniziativa che l’anno scorso, a sorpresa, a Villa Borghese ha visto la visita straordinaria di Sua Santità Papa Francesco.
Il Villaggio Sport4Earth prende il nome dalla omonima campagna lanciata due anni fa da Earth Day Italia in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura e il CONI ed è uno dei temi principali dell’edizione 2017.
Con il sostegno del CONI, del CIP e delle molte Federazioni Sportive Nazionali che hanno aderito, per cinque giorni il Galoppatoio di Villa Borghese ospiterà un susseguirsi di manifestazioni sportive (tornei, dimostrazioni, corsi gratuiti) e iniziative di cultura sportiva, che coinvolgono anche altre associazioni. Tra le attività che, a vario titolo, verranno praticate ci sono: Atletica, bocce, canoa, canottaggio, cronometristi, dama, equitazione, futsal, jorkyball, pallacanestro, rugby, tennis, tennis tavolo, tiro con l’arco e molto altro ancora. E la sera del 24 aprile, la Festa dello Sport, con i campioni, la comività di pablo e Pedro e la musica delle Green Clouds.
La Federazione Sport Equestri porterà al Villaggio “Pony Life”, che prevede un dolce avvicinamento al mondo naturale e al pony, animale che accompagna la crescita dei più piccoli: sarà un’occasione per un approccio al mondo dell’equitazione in completa sicurezza, arte e armonia.
L’Aero Club d’Italia sarà presente con iniziative “d’aria” spettacolari (tra queste deltaplano e parapendio), destinate a far sgranare gli occhi a grandi e piccini, mentre la FederTennis porterà due impianti promozionali.
La partecipazione del Tennistavolo prevede l’allestimento di due aree di gioco, presidiate da tecnici e volontari, a disposizione di tutti i presenti che vorranno provare a giocare. Verranno inoltre organizzati dei minitornei, coinvolgendo il pubblico, con gadget per i vincitori.
La Federazione Italiana Canoa e Kayak porterà dei pagaiaergometri, la Federazione Canottaggio invece i remoergometri.
La Federazione Italiana Triathlon sarà presente con uno stand grazie al quale sarà possibile far ‘provare’ la multidisciplina (nuoto, ciclismo e corsa) in un breve ma significativo percorso per giovanissimi e per chiunque lo desideri.
La Federazione di Atletica Leggera produrrà attività ludico sportive e svolgerà, tra le altre cose, attività di promozione della pratica sportiva del Nordic Walking; la Divisione Calcio a 5 risponde “presente” fornendo i palloni per la pratica del futsal.
La Federbocce organizzerà incontri di promozione e attività per far conoscere lo sport ai più giovani; attraverso la presenza di tutor federali verranno eseguiti giochi sportivi con accenno alle tre specialità delle bocce: petanque, raffa e volo.
La Federazione Italiana Rugby scenderà in campo per permettere a famiglie, genitori, sportivi o semplici curiosi di partecipare a tornei, dimostrazioni e corsi.
La Fitarco allestirà una zona per promuovere la disciplina arcieristica nel suo complesso, mentre un altro spazio verrà dedicato alle prove di tiro, grazie al supporto dei tecnici regionali: bambini, adulti ed anziani avranno quindi la possibilità di provare l’ebrezza di prendere in mano l’arco e scoccare una freccia per colpire il centro del bersaglio.
Al Galoppatoio di Villa Borghese saranno presenti anche i Cronometristi, che illustreranno la tecnologia degli strumenti di cronometraggio e misureranno i riflessi dei presenti. Il pubblico, infatti, avrà modo di cimentarsi in esperienze interattive con le apparecchiature attraverso alcune prove, come “il dito più veloce”.
La Federazione Italiana Sport e Giochi Tradizionali sarà protagonista di iniziative dal divertimento e dalla suggestione assicurata, come il lancio della forma di formaggio o il tiro alla fune, che coinvolgeranno famiglie intere; la Federdama allestirà delle simultanee, con giocatori che giocheranno 10-15 partite in simultanea; da non perdere la dama gigante composta di figuranti in carne e ossa. Ma tanto, tanto altro ancora caratterizzerà il Villaggio Sport4Earth.
Centrale e forte anche la presenza dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate e dei Corpi Nazionali. Un esempio? Pompieropoli, una festa dal divertimento assicurato per i più piccini.
La pratica di ogni disciplina (arricchita dalla presenza di stand informativi, per accogliere i visitatori) sarà aperta a tutti, genitori e figli, appassionati e semplici curiosi: perché lo sport, come la terra, è di tutti. E per tutti.
QUANDO: Dal 21 al 25 aprile 2017
ORARIO: 9-19
Dove: Galoppatoio di Villa Borghese, Roma
Sito internet: www.villaggioperlaterra.it
INGRESSO GRATUITO
INFO GENERALI E IL “CONCERTO PER LA TERRA“
La Giornata della Terra (la cui istituzione l’ONU ha stabilito nel 22 aprile) è stata promossa per primo dal presidente americano John Fitzgerald Kennedy ed ha avuto l’abbrivio nel 1970, per iniziativa del senatore democratico Gaylord Nelson. L’Italia, in relazione a questo tema, è tra i paesi più attivi e coinvolti, grazie proprio al lavoro di Earth Day Italia, il principale partner dell’Earth Day Network di Washington nel nostro paese. E l’edizione passata (2016) ha visto la partecipazione (a sorpresa) anche di Sua Santità Papa Francesco, che proprio a Villa Borghese ha voluto portare la propria, solidale, testimonianza ambientale.
La manifestazione si svolge per il quarto anno consecutivo a Roma. Da tre anni, in particolare, al Galoppatoio di Villa Borghese, al quale (in questa edizione) si aggiunge lo splendido scenario del Pincio. Durante i 5 giorni della manifestazione, le piazze del villaggio, oltre alla parte sportiva, saranno animate da concerti e spettacoli; tra i vari appuntamenti da segnalare il Concerto per la Terra, che il 22 aprile (dalle h. 19), sulla Terrazza del Pincio, vedrà l’esibizione di Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta. Sono in programma inoltre incontri tematici e attività per ragazzi: con al centro un grande protagonista, la coscienza ambientale.
LA FESTA DELLO SPORT (LUNEDÌ 24 APRILE A PARTIRE DALLE 19:30)
Terzo Tempo” è la festa del fair play che il Villaggio della Terra vuole offrire a tutta la città per una serata all’insegna del divertimento, del rispetto e dell’amicizia, valori fondanti dello sport. Alle 19.30 saliranno sul palco i comici Pablo e Pedro (“Colorado Cafè Live”, “Zelig Off” e “Zelig”) e a chiudere la serata ci sarà il concerto della band Green Clouds, composta da sole donne, che proporranno la loro musica celtica elettronica e trance. Nel mezzo le testimonianze di campioni dello sport e medaglie olimpiche, che daranno il proprio contributo, ai tantissimi giovani presenti, circa la tutela e la salvaguardia del pianeta, anche per mezzo di una sana e corretta pratica sportiva.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DI EARTH DAY ITALIA, PIERLUIGI SASSI:
L’idea del Villaggio – dice Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia –  è quella di dare vita a tante piazze su cui ognuno, tra istituzioni, imprese, associazioni e cittadini, possa portare esperienza e contributi utili alla creazione di una coscienza ambientale. E quale mezzo migliore dello sport per celebrare l’ambiente e la salvaguardia del Pianeta? Lo sport –  spiega Sassi  – è infatti cultura e fairplay, salute e benessere, aggregazione e multirazzialità, ma anche rispetto di quell’ambiente in cui spesso l’atleta e/o le squadre esercitano la propria attività; seguiti da tanti appassionati”.  
 

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.