///
10° TROFEO D’AGUANNO; VINCE USSI UMBRIA, DAVANTI A LOMBARDIA E ABRUZZO-MOLISE. FOTOGALLERY

10° TROFEO D’AGUANNO; VINCE USSI UMBRIA, DAVANTI A LOMBARDIA E ABRUZZO-MOLISE. FOTOGALLERY

nella foto la squadra vincitrice dell’edizione 2018: Ussi Umbria
Roma, 19-20 novembre 2018 – Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”
È USSI Umbria a vincere la decima edizione del Trofeo Alberto  D’Aguanno portando a tre le vittorie totali della squadra, dopo quelle  del 2015 e 2016. Al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” si è assistito a un
triangolare molto equilibrato che ha visto prevalere l’Umbria nella  prima sfida, vincente ai calci di rigore (4-1) contro i campioni uscenti di USSI Lombardia, vittoria che ha dato 2 punti al gruppo umbro e 1 punto alla formazione lombarda dopo i tiri dal dischetto. La squadra del GLGS ha poi superato 4-3 la compagine di Abruzzo e Molise  nel secondo match, portandosi a 4 punti in classifica, ma è poi stata decisiva la vittoria di USSI Umbria nell’ultima partita con gli
abruzzesi, conclusa sul 2-0, che ha permesso alla squadra guidata da Stefano Bencivenga di scavalcare con altri 3 punti USSI Lombardia.
La classifica finale recita quindi 5 punti per USSI Umbria, 4 punti  
USSI Lombardia, 0 punti USSI Abruzzo-Molise.
Fotogallery

“Siamo arrivati alla decima edizione e abbiamo intitolato il trofeo al caro collega Alberto D’Aguanno perché era un grandissimo appassionato di calcio – ha esordito il Presidente USSI Luigi Ferrajolo al momento
della premiazione -. Il livello generale è cresciuto molto e ringrazio tutte le squadre per essersi sfidate con agonismo e lealtà.
Complimenti a USSI Umbria per la vittoria finale e a tutte le squadre per l’impegno che hanno dedicato a questo torneo.
Il premio come miglior giocatore, non solo per le qualità tecniche e i gol realizzati, ma anche per l’atteggiamento avuto per tutto il corso delle partite, va al top player di USSI Abruzzo e Molise Stefano Bellè”. Il Presidente Ferrajolo ha consegnato il premio a Bellè, insieme al Consigliere Nazionale Ussi Sergio Di Scascio.
LE PARTITE
USSI LOMBARDIA-USSI UMBRIA (0-0) 1-4 (dopo i calci di rigore)
Il match più equilibrato di giornata è stato quello iniziale che ha
visto affrontarsi i campioni uscenti del GLGS (Gruppo Lombardo
Giornalisti Sportivi) e USSI Umbria. La sfida si conclude sullo 0-0
dopo i 40 minuti regolamentari, nonostante le occasioni create da
entrambe le squadre. La formazione diretta da Orfeo Zanforlin, che
contava sui piedi buoni e le geometrie di Dario Marcolin e Stefano
Fiore in mediana, non è riuscita a sbloccare il match nonostante il
tentativo di capitan Mancini al 29’, fermato con una gran parata da
Loche.
La risposta dell’Umbria arriva subito dopo con la conclusione del top
player Diego Marinelli che sfiora il palo. Il match si conclude ai
calci di rigore: eroe della mattinata il portiere Mirko Loche che para
i tiri dal dischetto di Marcolin e Fiore, spianando la strada ai
rigoristi umbri che chiudono sul 4-1 grazie a i gol di Pierotti,
Zaccagni, Bencivenga e Marinelli. A nulla serve il penalty segnato da
Mancini.
USSI LOMBARDIA-USSI ABRUZZO/MOLISE 4-3
Match in bilico fino al recupero quello che ha visto affrontarsi il
GLGS contro Abruzzo e Molise.
Al 3’ sblocca il risultato Stefano Bellè con uno splendido pallonetto.
Al 12’ il top player degli abruzzesi sigla la doppietta a tu per tu
con Torelli.
La Lombardia reagisce e colpisce la traversa con Turci (17’),
accorciando poi le distanze un minuto dopo grazie al gol di Mancini
che raccoglie il cross di Fiore. Al 22’ Antonelli salva il vantaggio
sulla conclusione di Fiore, ma non può nulla al 23’ sul tiro di
Mastroianni che finisce in fondo al sacco, dopo che il portiere aveva
ribattuto le conclusioni di Marcolin e Turci.
Al 32’ arriva la tripletta di Bellè che riporta avanti la squadra di
Abruzzo e Molise, lesto a raccogliere un tiro finito sulla traversa.
USSI Lombardia non resta a guardare e pareggia di nuovo grazie a una
pennellata su punizione di Dario Marcolin (35’).
Il gol vittoria arriva al 39’ a firma di Mastroianni, che sigla la
doppietta dopo una percussione con tiro all’angolino dove Antonelli
non può arrivare.
USSI UMBRIA-USSI ABRUZZO/MOLISE 2-0
Terzo match decisivo per la classifica finale: l’Umbria deve
assolutamente vincere per scavalcare la Lombardia e concludere al
primo posto. La squadra di Bencivenga tenta subito di tenere il
baricentro della squadra avanzato e conclude due volte pericolosamente
con Billi e Marinelli, ma Antonelli in entrambi i casi è decisivo.
Il gol del vantaggio arriva al 16’ con la punizione di Billi dal
limite che Antonelli riesce solo a toccare. A questo punto arriva la
reazione degli abruzzesi: prima c’è la conclusione di Bellante che
finisce di poco a lato (18’) e poi il fendente di Bellè viene
rimpallato e finisce tra le braccia di Loche. Il portiere dell’Umbria
si ripropone come grande protagonista al 25’, quando salva in tuffo il
colpo di testa di Bellante su cross di Bellè.
L’Umbria è poi brava a sfruttare il contropiede e al 29’ Antonelli
salva col piede sul tiro di Marinelli da distanza ravvicinata, ma non
può nulla al 32’ sul gol che chiude il match siglato da Angeli, che
infila l’angolino con un preciso sinistro.
I PARTNER USSI – Il 10° Trofeo Alberto D’Aguanno è stato organizzato
dall’USSI grazie al prezioso supporto di diversi partner. Il sorteggio
delle partite odierne si è svolto ieri, lunedì 19 novembre, presso il
ristorante Rossopomodoro a Largo Argentina che, come da tradizione, ha
offerto la cena alle tre squadre partecipanti. I giocatori sono oggi
scesi in campo indossando i completi offerti dallo sponsor tecnico del
torneo, Macron. I premi sono stati messi a disposizione da Barrus. Il
Trofeo D’Aguanno godeva anche del supporto di Lauretana, Besport, Lega
Serie A, Lega Serie B, Lega Serie C e Istituto del Credito Sportivo.
La terna arbitrale, l’organizzazione logistica e il tesseramento dei
giocatori per la copertura assicurativa sono stati curati da AICS
“Sport in Tour”.
LE ROSE DELLE SQUADRE
USSI UMBRIA
8 Diego Marinelli (Top Player),  17 Luca Pierotti (Top Player), 2
Nicola Agostini (Tef Channel), 10 Fabrizio Angeli (Rainews24), 19
Davide Baccarini (Tuttoggi), 6 Federico Barontini (Sport Magazine), 11
Lorenzo Billi (www.tennis.it), 13 Alessandro Catanzaro (sgrtv), 21
Luca Comodi (Corriere dell’Umbria), 3 Matteo Crocchioni (La Nazione),
9 Giuliano De Matteis (Corrieredellosport.it), 20 Luca Filipponi
(Agenzia europanews.com), 1 Mirco Loche (Lega Coop produzione e
servizio Umbria), 18 Giacomo Marinelli Andreoli (TRG),  14 Simone
Zaccagni (Rgm), 4 Stefano Bencivenga (freelance).
Allenatore Stefano Bencivenga (freelance)
Dirigente Luca Pisinicca (RAI)
USSI LOMBARDIA
4 Stefano Fiore (Top Player), 8 Dario Marcolin (Top player),  12 Paolo
Croce (Il Giorno), 16 Fulvio D’Eri (Il Giorno), 9 Alessandro Di Gioia
(freelance), 7 Dario Di Noi (Calciomercato.com), 13 Mario Giunta (Sky
Sport), 10 Riccardo Mancini (DAZN), Roberto Marchesi (DAZN), 11 Dario
Mastroianni (Freelance), 14 Andrea Morleo (Il Giorno), 17 Alfonso Neri
(ANSA), 5 Matteo Palmigiano (Freelance), 15 Alberto Panzeri
(Freelance), 6 Angelo Taglieri (Calciomercato.com), 1 Andrea Torelli
(Freelance), 3 Tommaso Turci (Freelance), 2 Lorenzo Serafini (Ufficio
Stampa AS Roma).
Allenatore Orefeo Zanforlin (Telelombardia)
Dirigente Giulio Mola (il Giorno)
USSI ABRUZZO/MOLISE
11 Stefano Bellè (Top Player), 17 Maurizio Tacchi (Top Player), 14
Luciano Adriani (Il Centro), 1 Lanfranco Antonelli (AB Channel), 20
Giorgio Basile (TV 6), 16 Francesco Bellante (Il Centro), 6 Stefano
Buda (Abruzzo 24 – Ansa), 8 Riccardo Clinco (TV6), 19 Angelo
Colazzilli (Abruzzo Calcio Dilettanti), 4 Fernando Errichi (Pescara
Sport), 9 Vittorio Pace (Abruzzo Oggi), 22 Alfredo Primante (TV6), 15
Massimo Profeta (Rete 8), 7 Marco Tontodonati (Rete 8), 18 Luca
Venanzi (Il Centro), 5 Dino Venturoni (Il Centro).
Allenatore Daniele Astolfi (ABR24)
Dirigente Giancarlo Febbo (GFPress)

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

IL RICORDO DI EDOARDO MANGIAROTTI A 10 ANNI DALLA MORTE

Dieci anni fa, il 25 maggio 2012, si spegneva Edoardo Mangiarotti, lo sportivo italiano più decorato di tutti i tempi: 13 medaglie olimpiche (6 ori, 5 argenti, 2 bronzi) e 26 iridate (13 ori, 8 argenti e 5 bronzi). Oggi, passato un decennio, il mondo dello sport onora ancora il suo ricordo