///
A Gianluca Vialli il Premio “Un Cuore da Leone – Gian Luigi Corti”

A Gianluca Vialli il Premio “Un Cuore da Leone – Gian Luigi Corti”

Il Presidente USSI Gianfranco Coppola e il Presidente USSI Liguria Michele Corti consegnano a Gianluca Viallli il premio a Coverciano (Foto Claudio Villa/Getty Images)

E’ stato consegnato a Gianluca Vialli il Premio Internazionale “Un Cuore da Leone”, istituito da Stelle nello Sport e Ussi con il patrocinio di Aips, Coni e Cip per ricordare la figura di Gian Luigi Corti, storico giornalista sportivo e dirigente azzurro, con la sua straordinaria storia di passione, impegno e generosità. 

Nell’aula magna del centro Tecnico Figc di Coverciano sono stati Michele Corti (presidente Stelle nello Sport, direttore dell’Annuario Ussi e figlio di Gian Luigi) e Gianfranco Coppola (Presidente Ussi) a consegnare il riconoscimento al Capodelegazione della Nazionale italiana di calcio. 

Presieduta da Filippo Grassia, la Giuria ha potuto contare sull’adesione di importanti dirigenti, tecnici e giornalisti sportivi tra i quali Valentina Vezzali (Sottosegretario allo Sport) Giovanni Malagò (Presidente coni), Luca Pancalli (Presidente Cip), Gianni Merlo (Presidente Aips) e Gianfranco Coppola (Presidente Ussi). A Gianluca Vialli è stata consegnata una opera d’arte realizzata dal pittore spezzino Nicola Perucca. 

“Passione, impegno, generosità e voglia di non mollare mai – sottolinea Filippo Grassia – sono le caratteristiche che hanno contraddistinto Gian Luigi Corti, insieme a quei sogni che ne hanno sempre permeato gli orizzonti nello sport come nella vita. Queste caratteristiche ispirano la nascita del Premio “Un Cuore da Leone“, per consegnare un particolare riconoscimento a chi non si arrende di fronte alle salite – anche quelle più dure – e che intravede sempre la possibilità di vincere una nuova sfida”.  

Nel 2020 la Giuria ha esaminato e votato le “storie” di Gianluca Vialli, Monica Contrafatto, Gianmarco Tamberi, Vanessa Ferrari, Gregorio Paltrinieri e Viviana Bottaro. Sul gradino più alto del podio è salito proprio Vialli. “Campione in campo. Fuoriclasse nella vita”, spiega Gianfranco Coppola, riassumendo la motivazione del riconoscimento. “Campione in campo. Fuoriclasse nella vita”, spiega Gianfranco Coppola, riassumendo la motivazione del riconoscimento. “Vialli è esempio di coraggio, dignità e forza d’animo. Stimolo per tutti a dare quel qualcosa in più che consente di affrontare le sfide della vita. Dopo i tanti successi da calciatore e allenatore, maestro nel suo paese e nella patria dei Maestri, come amano autodefinirsi gli inglesi, certamente progenitori del football, si è fatto apprezzare anche nelle vesti di opinionista lucido, garbato e nello stesso tempo mai sdolcinato. Oggi nel ruolo di Capodelegazione della Nazionale conferma la sua straordinaria leadership fatta di cura dello spogliatoio, confermandosi grande esempio di coraggio, generosità, passione”.

Giornalista sportivo e dirigente, stella d’oro al merito sportivo, Gian Luigi Corti è stato per 25 anni consigliere nazionale dell’Unione Stampa Sportiva Italiana (per 4 anni vicepresidente) e fondatore dell’Annuario Ussi. E’ stato per 16 anni dirigente nazionale della Federazione Italiana Pallavolo (vicepresidente per 8 anni, capodelegazione a Los Angeles nel 1984 con la vittoria della prima medaglia olimpica del volley azzurro), poi per 15 anni dirigente dell’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo del Coni. “Genova è stata la sua terra, lo sport il suo orizzonte”, sottolinea Michele Corti. “Caratteristiche che ritrovo in Gianuca Vialli che proprio a Genova ha lasciato un segno indelebile e che, come mio padre, ha fatto di passione e amore per lo sport una ragione di vita”.

Gianluca Vialli, Michele Corti e alle loro spalle il CT della Nazionale Roberto Mancini (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

——————————————-

IL PREMIO

Un pallone, l’energia, il rettangolo verde che da sempre è casa. I colori del cielo che sembrano ricordare il suo amore per il blucerchiato. La 1° edizione del Premio “Un Cuore da Leone” è un dipinto realizzato da Nicola Perucca, pittore, illustratore e grafico nato a La Spezia nel 1962. Perucca ha al suo attivo numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Collabora con alcune gallerie d’arte che rappresentano il suo lavoro e con case editrici italiane. Ha illustrato e illustra libri di racconti e realizzato opere tematiche ed oggettistica artistica per aziende, enti pubblici, comuni, autorità portuali, gruppi teatrali. Vive e lavora alla Spezia.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.