///
Addio Gigi, eri già Mito

Addio Gigi, eri già Mito

di Gianfranco Coppola – Presidente Ussi

Il giornalismo sportivo italiano piange la scomparsa terrena di Luigi Riva detto Gigi o Giggirrriva per dirla come amano fare i suoi conterranei d’elezione della Sardegna o ancora Rombo di Tuono coniato dalla geniale, inimitabile penna di Gianni Brera. Facile essere calciatore bandiera in una grande città o in un grande club o perlomeno più facile che dire no alla Juventus che offre di tutto di più ma per Gigi nulla che valesse la pena da colmare il dolore per l’addio alla amata isola con lui e altri meravigliosi poeti o acrobati allenati dal filosofo Scopigno e guidati da un presidente papà come Arrica campioni d’Italia nel ‘70. Squadra di record e d’amore incondizionato per molti. Esemplare nei rapporti anche con la stampa: poche parole sempre chiare ma soprattutto tese a proteggere i compagni da calciatore e i nazionali quando è stato straordinario team manager e Vialli ne è stato luminoso erede. Umanamente un grandissimo come da calciatore. Ha reso orgogliosa l’Italia al di là dei numeri che parlano di un attaccante senza pari per coraggio e abilità realizzativa. Addio Gigi. Grazie di esistere ancora e più che mai.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.