///
Al Coni la presentazione del secondo Memorial “Giampiero Galeazzi”

Al Coni la presentazione del secondo Memorial “Giampiero Galeazzi”

Viva Giampiero” ha detto, rivolgendosi ai figli Susanna e Gianluca, il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò aprendo la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Memorial di Padel “Giampiero Galeazzi”. “Ricordarlo in allegria credo sia la cosa più bella” gli ha fatto eco Iacopo Volpi che ha moderato l’incontro con i cronisti che si è tenuto oggi, giovedì 18 maggio 2023 alle 12 nella Sala Giunta del Coni a Roma.

La manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio di Coni, Odg, Fnsi, Università di Cagliari, FederCusi, Sport e Salute, Lega Serie B, FIGC-Lnd Sardegna e i comuni di Arzachena, Tempio e Cagliari, è in programma dal 15 al 18 giugno 2023 ad Arzachena ed è stata organizzata, su un’idea del giornalista Mario Frongia, da Aics e Ussi grazie alla partecipazione della Regione Sardegna e con RaiSport a fare da media partner.

Palpabile la commozione nel corso della conferenza stampa, alla quale hanno preso parte, oltre a Malagò, Volpi e i figli di Galeazzi, anche i presidenti dell’Ussi Gianfranco Coppola, di FederCusi Antonio Dima, i rappresentanti della Regione Sardegna, del Comune di Arzachena e il campione olimpico Daniele Masala. 

Tutti hanno voluto raccontare episodi, aneddoti e momenti di vita comune e professionale, vissuti accanto allo storico cronista sportivo, proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto 77 anni.

Io – il commento di Malagò – non riesco a parlare di lui al passato e quindi continuerò a farlo al presente. Oggi si sarebbe divertito. È sempre stato capace di sdrammatizzare. Divertente ma mai volgare. Dissacratore e con la battuta pronta. E credo che l’idea di questo torneo per ricordarlo funzioni per tre motivi: il suo nome ha una popolarità mostruosa. In più con l’idea del torneo si lascia una memoria e lui diventa storia, leggenda. Il terzo motivo è il connubio tra estate, Sardegna, terra che lui amava, e lo sport”.

Una delle sue principali qualità – ha raccontato la figlia Susanna – era quella di riuscire a rendere spettacolare qualsiasi evento. Ed è un pò quello che cerco di fare io nel mio mestiere: trasmettere sensazioni. Questa è la più grande vittoria di papà: essere riuscito a trasmettere le sue emozioni perché, ad esempio, in quella storica cronaca del canottaggio degli Abbagnale, tutta Italia stava in barca con loro grazie a lui”.

Aveva anche la grande capacità di adattarsi – ha aggiunto Gianluca Galeazzi – facendo diventare suo anche uno sport nel quale non era esperto”. 

Sport, incontri di padel, momento di inclusione, un seminario di formazione per i giornalisti dal titolo “Memoria, tra giornalismo e quotidianità”, uno concorso letterario per le scuole ma soprattutto tanti sorrisi ricordando un uomo, un giornalista, uno sportivo che ha lasciato il segno. E al quale ancora una volta la Sardegna, prima a Cagliari lo scorso anno e questa volta ad Arzachena, tributerà un lungo e caloroso applauso come quello nato spontaneamente durante il video a lui dedicato all’inizio della conferenza stampa.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.