///
Ast e Ussi: il calcio in Tv è solo privilegio di pochi. Appello alle istituzioni

Ast e Ussi: il calcio in Tv è solo privilegio di pochi. Appello alle istituzioni

Associazione Stampa Toscana e Gruppo toscano giornalisti sportivi (Ussi) si schierano al fianco dei cittadini che protestano perché nelle prime due domeniche del campionato di serie A sono riusciti a vedere poco o nulla: il calcio in tv è diventato privilegio per pochi. Per vedere tutte le partite occorrono due costosi e complicati abbonamenti. Un’assurdità.
Ast e Ussi della Toscana ritengono giusta e centrata la nota diffusa dall’Usigrai (il sindacato dei giornalisti Rai), che punta il dito contro gli interessi dei signori dei diritti tv e dei club di calcio che stanno negando alla stragrande maggioranza degli italiani le immagini delle partite; fanno appello alle istituzioni e a quella politica che non ha tutelato finora gli interessi dei telespettatori e chiede anche a Fnsi e Ordine dei giornalisti di prendere ufficialmente posizione. Gli affari e il profitto non devono continuare a prevalere sull’interesse dei cittadini a essere compiutamente informati.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste

Allo Stadio Olimpico la Giornata dello Sport per la scuola primaria

Oltre 2000 bambini di classe V provenienti da tutte le Province italiane hanno partecipato oggi alla “Giornata dello sport per la scuola primaria”, una grande festa organizzata allo Stadio Olimpico di Roma e promossa dal Ministero dell’Istruzione, dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute per promuovere l’attività motoria e diffondere la cultura sportiva nella scuola primaria.