///
Covid, la roadmap delle riaperture

Covid, la roadmap delle riaperture

L’Italia riparte dal 26 aprile: il giorno dopo la liberazione inizia, con un ‘rischio ragionato’ e suffragato dai dati, come lo ha chiamato il premier Mario Draghi in conferenza stampa, la fase delle riaperture. 26 APRILE Torna la zona gialla ma ‘rafforzata’. Riaprono le scuole di ogni ordine e grado tutte in presenza in zona gialla e arancione, mentre in zona rossa si procederà con un mix di didattica in presenza e a distanza. Riaprono i ristoranti che fanno servizio al tavolo all’aperto anche a cena. Tornano anche le altre attività all’aperto: sportive, spettacoli, teatri, musei e cinema. Infine, sarà possibile spostarsi tra regioni gialle mentre servirà un pass per regioni di diverso colore. 15 MAGGIO. Spiagge e piscine all’aperto potranno aprire, seguendo protocolli di sicurezza ad hoc. 1 GIUGNO. Tornano “alcune attività legate alle palestre”, ha spiegato Speranza, anche al chiuso, seguendo protocolli anticontagio. Se i dati lo consentiranno potrà riprendere la ristorazione anche al chiuso. 1 LUGLIO. Potrà riprendere l’attività fieristica.
Fonte: LaPresse

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

IL RICORDO DI EDOARDO MANGIAROTTI A 10 ANNI DALLA MORTE

Dieci anni fa, il 25 maggio 2012, si spegneva Edoardo Mangiarotti, lo sportivo italiano più decorato di tutti i tempi: 13 medaglie olimpiche (6 ori, 5 argenti, 2 bronzi) e 26 iridate (13 ori, 8 argenti e 5 bronzi). Oggi, passato un decennio, il mondo dello sport onora ancora il suo ricordo