///
Lo “Stadio Olimpico Tour” chiude la seconda giornata del Congresso Aips

Lo “Stadio Olimpico Tour” chiude la seconda giornata del Congresso Aips

I testimonial allo Stadio Olimpico con il Presidente Coppola – Foto G. Masi

“Sport e Salute” ha aperto le porte dello Stadio Olimpico all’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) ospitando tutti i delegati delle rispettive associazioni nazionali dei giornalisti sportivi, testimonial del mondo dello sport ed esperti, allo “Stadio Olimpico Tour”. 

I mezzi delle Forze dell’Ordine hanno accompagnato i partecipanti al congresso dal TH Hotel – Carpegna Palace, che ospita l’evento, alle porte dello stadio, dove sono stati accolti dagli atleti dei Gruppi Sportivi Militari e Corpi Civili dello Stato e dal personale di  “Sport e Salute”.

L’iniziativa è stata arricchita dalla presenza di campioni olimpici, tra cui Daniele Masala, pentatleta medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di ; lo schermitore Michele Maffei, Oro Mondiale nel 1971 e Olimpico a squadre nel 1972; Fabrizio Donato, bronzo nel salto triplo ai Giochi Olimpici di Londra 2012.

Hanno partecipato al tour anche il generale di brigata Vincenzo Parrinello, Comandante del gruppo polisportivo delle Fiamme Gialle, e gli atleti del Centro Sportivo Carabinieri Daniel Raffi (Lotta) e Matteo Cinelli (Pentathlon Moderno).

Il suggestivo viaggio nello Stadio è stato preceduto da una giornata ricca di appuntamenti, aperti dal panel “Il futuro del giornalismo sportivo nell’era dei Robot”, a cui hanno partecipato cinque giornalisti di fama mondiale: Valerio Piccioni (Gazzetta dello Sport), Ignacio Gallardo (Marca), Lee Martin (Getty Images), Vincent Amalvy (AFP), e Shinzuke Kobayashi (Kyodo News).

A seguire, Lucia Montanarella – responsabile delle operazioni media del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) – ha tenuto un approfondimento “Verso Parigi 2022”, presentando anche il progetto Young Reporters.

Un incontro tecnico e organizzativo anche quello con Hans Hultman – capo dei media della FIFA – che ha parlato delle disposizioni per la stampa in vista dei Mondiali in Qatar in programma questo inverno. “Abbiamo cercato di introdurre tutti gli accorgimenti possibili per valorizzare il lavoro degli operatori media” ha affermato Hultman, che ha lasciato il palco a un pomeriggio dedicato alle donne.

Il primo appuntamento è stato un interessante panel sulla disuguaglianza di Genere nel Giornalismo Sportivo, al quale hanno partecipato le giornaliste Evelyn Watta (Kenya), Zsuzsa Csisztu (Ungheria), Petra Thoren (Svezia), Heliu Chi (Chinese Taipei) e Kenia Torres (Honduras). A seguire, la Senior Women’s Football Development Manager della UEFA, Emma Sykes, ha parlato dello stato attuale e del futuro del calcio femminile in Europa, nonché della crescita esponenziale del movimento avvenuta nell’ultimo anno. 

La chiusura dei lavori, che ha preceduto la partenza con “Sport e Salute” per lo Stadio Olimpico, è stata introdotta da un appuntamento durante il quale Arndt Jaworski, dirigente del Comitato Organizzatore dei World Games di Berlino 2023, ha esposto gli obiettivi fondanti di Special Olympics, la più grande organizzazione sportiva al mondo per le persone con disabilità intellettiva.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

MSA compie 10 anni, Pagliara “Tutela i manager dello sport”

MSA-Manager Sportivi Associati, l’associazione di categoria dei manager sportivi, iscritta nell’elenco tenuto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, compie dieci anni. Entro la fine del 2024, dalle aspettative del corpo dirigenziale, supererà la quota dei 500 manager di molteplici discipline sportive iscritti e che operano quotidianamente in società, associazioni, club e grandi eventi sportivi. “MSA è una felice intuizione avuta dieci anni fa dal Presidente nazionale dell’Asi Claudio Barbaro, nel tentativo di dare una casa comune ai manager sportivi. Sostanzialmente è un’associazione di categoria, riconosciuta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha come scopo quello di tutelare il lavoratore che svolge questo tipo di attività nell’ambito dello sport e in particolare di farne riconoscere il profilo professionale, le competenze e l’importanza nel sistema sportivo italiano” le parole del Presidente di MSA Fabio Pagliara, che pochi giorni fa, insieme al board, è stato ricevuto dal Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi. “Il lavoro di questa associazione consiste prima di tutto nel dare sempre più consapevolezza al mondo dello sport e ai vari stakeholders, inclusa la politica, dell’importanza che ha il manager sportivo nel sistema. Come le associazioni sportive sono il motore dello sport, il dirigente sportivo ne rappresenta materialmente chi conduce la macchina.

Ussi promuove Forum turismo sportivo al forum nazionale sul mare a Gaeta

Nella giornata dedicata al mare la presenza di Ussi al Forum di Gaeta con un panel alla presenza del ministro Andrea Abodi a capo del dicastero allo Sport e Politiche Giovanili. Dopo un video su sport e Turismo sportivo legato al mare il saluto del Presidente del Coni Giovanni Malago’ che ha sottolineato il ruolo di Ussi nel racconto dello sport che è il “segmento del giornalismo che più di ogni altro si dedica alla valorizzazione dei territori in cui si svolgono gli eventi e ai luoghi di provenienza degli ateti” ha sottolineato il Presidente Ussi Gianfranco Coppola introducendo le testimonianze di grandi atleti come FABRIZIO CORMONS Campione del mondo nella disciplina Paralimpico tiro a volo open medaglia d’oro a Lima.

Sul palco intervistati dalla giornalista Doriana Leonardo sono stati luminosi gli esempi di sport e valori. Ne ha parlato GIANCARLO CANGIANO, Campione mondiale di motonautica P1 e ora presidente porto di Capri che ha ricordato un gran premio a Yalta in Ucraina con 200.000 spettatori.