///
Memorial Galeazzi: il 18 la presentazione del torneo di padel a Roma. Dal 15 al 18 le gare ad Arzachena con sconti per i giornalisti partecipanti

Memorial Galeazzi: il 18 la presentazione del torneo di padel a Roma. Dal 15 al 18 le gare ad Arzachena con sconti per i giornalisti partecipanti

Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione nazionale del Torneo di Padel Memorial Giampiero Galeazzi.L’evento è riservato a iscritte e iscritti agli Albi dell’Ordine dei giornalisti. Colleghe e colleghi godranno di particolari condizioni per vitto e alloggio. Previste wild card ed esibizioni. Iscrizioni alla mail padelmemorialgaleazzi@gmail,com. All’evento dedicato al collega scomparso nel 2021 hanno già aderito ex campioni, giornalisti e figure del mondo della cultura. Tra questi, anche Gianfranco Zola ha confermato la partecipazione.

Conferenza stampa – Il torneo sarà presentato a Roma giovedì 18 maggio alle 12. Al Coni presenzierà il presidente, Giovanni Malagò. Ai lavori sono stati invitati i ministri Andrea Abodi e Gennaro Sangiuliano, i presidenti di Odg, Ussi, Aics, Sport e salute, Fipt e FederCusi, Carlo Bartoli, Gianfranco Coppola, Bruno Molea, Vito Cozzoli, Angelo Binaghi e Antonio Dima. L’evento si terrà ad Arzachena da giovedì 15 a domenica 18 giugno negli impianti Skg Arena e Case della Marina, Porto Cervo, ed è curato da Aics-Cagliari e Ussi. Il Memorial è patrocinatoda Regione Sardegna, Odg, Fnsi, Ussi, Aics, Università di Cagliari, FederCusi, Lega serie B, Figc-Lnd Sardegna, comuni di Arzachena, Tempio e Cagliari,

Il torneo si tiene ad Arzachena, Skg arena, da giovedì 15 a domenica 18 giugno. Prevista anche una tappa al Padel Deer di Case della Marina, Porto Cervo. Dopo la conferenza al Coni ne terremo altre due tra Cagliari e Arzachena. Con l’approvazione di Gianluca e Susanna Galeazzi, il tema “Memoria, tra giornalismo e quotidianità” è la cornice del corso di aggiornamento condiviso con l’Ordine. Abbiamo contattato anche la senatrice Liliana Segre: la faccenda del non dimenticare in democrazia è fondamentale per chiunque ma soprattutto per noi cronisti, nello sport e nella difesa del giornalismo, libero e autonomo, e dei valori civici e sociali. Intanto, abbiamo avviato il concorso letterario per le terze medie di Arzachena e Tempio. Previsti anche test di avviamento gratuito al padel per i giovanissimi del luogo.

“Memoria, tra giornalismo e attualità” apre il Memorial giovedì 15 giugno (14/17) all’Auditorium di Arzachena. Al tavolo dei relatori abbiamo invitato istituzioni locali e regionali, presidenti dell’Ordine, Carlo Bartoli e Francesco Birocchi, Claudia Segre (fondatrice di Global thinking), Gianfranco Coppola e Paolo Mastino (Ussi), Vittorio di Trapani e Simonetta Selloni (Fnsi-Assostampa), il procuratore tribunale di Cagliari, Paolo De Angelis, e l’arcivescovo di Cagliari, Giuseppe Baturi. Testimonianze di Iacopo Volpi e Donatella Scarnati. L’evento è in media partner con la Rai. Nel 2022, a Cagliari, abbiamo aperto con i video di Fiorello, i campioni olimpici Josefa Idem e Daniele Masala e hanno giocato Gianfranco Zola, Alessia Mancini, Christian Brocchi, Pierluigi Casiraghi, Dario Marcolin, Leonardo Metalli, Massimo Rastelli, Flaminia Bolzan, David Suazo, i campioni dello scudetto del Cagliari 1970 e altri.

Mario Frongia (responsabile del Memorial; Consigliere nazionale-Comitato presidenza Ussi, 320.7979768) 

Contatti comitato organizzatore. Giuseppe Amisani (339.6048701) e Sergio Cadeddu (347.1951485).

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Bizzotto: i telecronisti di ogni età prendano esempio da maestri come Martellini”

“Quando affrontai la prima telecronaca della nazionale il mio pensiero andò a lui, a quel galantuomo del Microfono che da bambino avevo sentito scandire campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo con quello stile inimitabile. Ricevere come altri grandi colleghi che magari anche più e meglio di me ne hanno ripercorso le tracce mi emoziona”: parole di Stefano Bizzotto peraltro voce – con Katia Serra al commento tecnico – del racconto della finale vinta agli Europei di Londra dalla nazionale di Mancini con l’indimenticato Vialli team manager.