///
Addio a Marcello Lazzerini gentiluomo della Rai

Addio a Marcello Lazzerini gentiluomo della Rai

È morto a 86 anni il giornalista e scrittore fiorentino Marcello Lazzerini. Come ricorda l’Ast in una nota in cui esprime cordoglio, Lazzerini era stato cronista de L’Unità fin dagli anni Sessanta e poi era passato alla Rai divenendo “un ottimo telecronista e radiocronista perfino di ‘Tutto il calcio minuto per minuto’, con Enrico Ameri e Sandro Ciotti. Otteneva ascolti e considerazione raccontando la Fiorentina”. Fu anche scrittore e vinse il Bancarella sport.

Già prima di andare in pensione, nel 1993, aveva vinto il premio Bancarella sport con La leggenda di Bartali per i tipi del Ponte alle Grazie. Aveva poi curato una serie di pubblicazioni: tra cui Omaggio a Giorgio La Pira, Montale, La musica nella scuola, Firenze: Note di Storia e di Urbanistica.
Per la casa editrice Loggia de’ Lanzi ha scritto Azzurri miei di… letti (maggio 1998), con la collaborazione di Alessandro Selvi, e Mastroianni e gli allegri ragazzi di Castiglioncello (luglio 1999). Per la Jaca Book di Milano ha scritto Reporter sul Golgota, accadde nel 33 d.C. (Febbraio 2001). Con Luca Lazzerini ha pubblicato nel 2001 per la Edifir Correndo correndo con Antonello Venditti fra calcio e musica, nel 2003 ha scritto per il teatro Reporter sul Golgota. Il 7 maggio scorso aveva presentato Bartali la grande storia, con Lisa, la nipote del campione.

Il presidente di Ast Toscana Sandro Bennucci e tutti gli organismi dirigenti dell’Associazione stampa Toscana, “sindacato al quale Marcello era iscritto da quasi sessant’anni, si stringono alla famiglia e al figlio Luca, anche lui collega cronista”. (Fonte: ANSA)

L’Ussi, che ha visto Marcello tante volte impegnato nel gruppo e ai congressi con stile e competenza, abbraccia familiari amici e colleghi nel ricordo di un grande professionista e colto narratore dello sport.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Ussi e libertà di stampa, due sentenze esemplari 

Conferenze stampa con limitazioni contrarie al protocollo Ussi – Lega Serie A, che garantiscono a tutti i giornalisti il libero accesso alle fonti  e il contradditorio con i tesserati: l’Unione Stampa Sportiva Italiana come da mission segnala quanto attiene al lavoro dei giornalisti e giornalisti per immagini ma anche le inosservanze ai regolamenti varati dalla Lega serie A da parte delle società. Le condizioni di lavoro alla vigilia della fase agonistica della nuova stagione di fatto già scattata chiedono attenzione e decisioni non unilaterali.

Federica Cappelletti confermata alla guida della Divisione Serie A Femminile Professionistica. Gravina: “Consolidati i progetti intrapresi”

Federica Cappelletti, in carica dal 29 giugno 2023, è stata confermata presidente della Divisione Serie A Femminile Professionistica. L’Assemblea della Serie A Femminile ha inoltre nominato i quattro consiglieri: Carlo Maria Stigliano sarà il vicepresidente, in un Consiglio Direttivo composto anche da Stefano Braghin, Elena Turra e Ilaria Pasqui, quest’ultima in qualità di consigliere indipendente.

Alla Divisione Serie A Femminile Professionistica, anche per la stagione sportiva 2024-25, è demandata l’organizzazione del campionato di Serie A – del quale oggi è stato reso noto il calendario della nuova stagione -, della Coppa Italia, della Supercoppa Italiana e del campionato Primavera 1. “Auguri di buon lavoro a Federica Cappelletti per il rinnovo del suo incarico, che testimonia la bontà del lavoro svolto nell’ultimo anno – il commento del presidente della FIGC, Gabriele Gravina -. La sua conferma alla guida della Divisione aiuta a consolidare i progetti intrapresi insieme alla Federazione per lo sviluppo del movimento femminile: un lavoro sinergico finalizzato tanto alla base, e all’incremento del numero delle tesserate, quanto al vertice, con le calciatrici dei club di Serie A Femminile che si apprestano a iniziare la loro terza stagione con lo status di professioniste”.

PARTITI UFFICIALMENTE I CAMPIONATI MONDIALI MASTER con la Cerimonia di apertura alla Nuova Fiera di Roma

Un Mondiale all’insegna della Pace e dell’inclusione. Oltre 6.100 atleti, provenienti da 110 Paesi e dai 5 Continenti, tra questi anche i Paesi attualmente in conflitto: Ucraina, Russia, Palentina e Israele. Tutti con il grande obiettivo di condividere, attraverso lo sport, un dialogo di unione. Il Master, riservato agli over 40 vede la partecipazione attiva di ultranovantenni ed una centenaria americana di origine cinese. Ieri sera la spettacolare ed emozionante Cerimonia di Apertura che ha dato il via ufficiale presso la Nuova Fiera di Roma, agli ITTF World Masters Table Tennis Championships Roma 2024 – presented by Stag Global, davanti a cinquemila spettatori.

È grande Italia: Svizzera battuta in finale e International BS conquistata. Del Duca: “Bravi ragazzi e ottima organizzazione del torneo”

L’Italia supera la Svizzera per 3-2 e conquista così l’International beach Soccer Tirrenia 2024. Una sfida intensa, di alto livello, tra due squadre che hanno dimostrato l’ottimo stato di forma e che potranno essere ancora protagoniste quando tra due mesi torneranno sulla sabbia, per gli Europei, in programma ad Alghero a settembre.

Si chiude così il torneo disputato al Centro di Preparazione Olimpica sul litorale pisano, che ha anche assegnato i pass per la fase finale continentale. Per l’Italbeach sono stati cinque giorni emozionanti, partiti con una sconfitta difficilmente preventivabile – contro l’Estonia ai tiri di rigore – e poi proseguiti con un cammino che ha ritrovato gli Azzurri già conosciuti, quelli campioni d’Europa e vice campioni mondiali in carica; un percorso fatto di larghi successi, contro Cechia e Romania, e vittorie di maturità e solidità, come contro la Danimarca. E infine concluso con il titolo dell’International beach Soccer Tirrenia 2024, conquistato al termine di una finale giocata con la consueta solidità, fisica e mentale.