///
Podismo per giornalisti, campionato italiano a Perugia

Podismo per giornalisti, campionato italiano a Perugia

grifoCampionato italiano di podismo per giornalisti, al via le iscrizioni. La manifestazione, organizzata da Ussi Umbria, si svolge nell’ambito della 34^ edizione della Grifonissima di Perugia, in programma il prossimo 10 maggio. Partenza da Corso Vannucci alle 9.30, il percorso si snoda per le strade della città, un totale di quasi 12 chilometri. L’iscrizione, aperta a tutti giornalisti (professionisti e pubblicisti), è gratuita: sarà il Gruppo Ussi Umbria a farsi carico della quota di partecipazione. Ogni atleta potrà iscriversi entro giovedì 7 maggio inviando alla segreteria di Ussi Umbria il modulo di iscrizione con copia della tessera d’iscrizione all’albo e copia dei documenti previsti dal regolamento (tessera società sportiva non scaduta o certificato medico attività agonistica). Tutta la documentazione potrà essere presentata o via posta (Ussi Umbria – via del Macello,55 – 06128 Perugia), via fax al numero 075/5018948 o via email: ussiumbria@katamail.com; s.giommini@gruppounicom.it; e.lombardini@gmail.com .
Per ricevere ulteriori informazioni sarà possibile contattare Stefano Giommini al numero: 348 3859119.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il segretario FNSI Raffaele Lorusso: incontro con Coppola al Congresso AIPS

Raffaele Lorusso ha fatto visita al Presidente Gianfranco Coppola, in occasione del Congresso AIPS: “L’Ussi bandiera di confronto leale e proficuo a tutela dei lettori della professione. Brindo alla rielezione di Gianfranco Coppola nel Comitato europeo Aips”, le parole al Carpegna Palace del segretario nazionale della Fnsi.

Il Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli ha portato il suo saluto al Congresso AIPS

Il Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli è intervenuto al Congresso AIPS. “Ringrazio i giornalisti dell’USSI e i partecipanti al congresso internazionale AIPS per quello che fanno a servizio dello sport, per come ci raccontano emozioni, passioni, eventi che diventano la storia dello sport, ma possono diventare anche storia della vita di ognuno di noi”