///
Premi Gergs, ecco l’Emilia Romagna che vince

Premi Gergs, ecco l’Emilia Romagna che vince

Alcune della realtà più importanti della regione sono state protagoniste in occasione delle premiazioni organizzate del Gergs, Gruppo Emilia Romagna Giornalisti Sportivi.
L’evento è stato ospitato presso l’auditorium Villani di Castelnuovo Rangone grazie alla preziosa collaborazione del Salumificio Villani e con l’importante supporto della Banca Interprovinciale di Modena.
A dare ulteriore prestigio all’evento, la presenza del Governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini che ha sottolineato l’importanza della pratica sportiva, ponendo l’accento sul valore delle imprese conseguite dai club e dagli atleti premiati dal Gergs.
Tra i premiati l’ad del Sassuolo calcio (prima volta in Europa League) Giovanni Carnevali; il presidente della Spal (tornata in B dopo 23 anni) Walter Mattioli e quindi Nevio Scala che ha raccontato come il Parma (promosso in Lega Pro dopo essere risorto della ceneri del fallimento) ha saputo ripartire consolidando il rapporto con il proprio territorio.
Non solo calcio nei premi Gergs: in passerella i campioni della pallavolo di Azimut Modena che solo nel 2016 hanno vinto scudetto, Coppa Italia e Supercoppa. Consegnati due riconoscimenti: il primo a Luca Vettori, anche argento ai Giochi di Rio, il secondo al dg della società, Andrea Sartoretti.
E, a proposito di titoli tricolori, premiata la Fortitudo baseball Bologna che ha conseguito lo scudetto della stella riportando il titolo sotto le Due Torri. Infine il Gergs ha deciso di premiare anche la Pallacanestro Reggiana, finalista degli ultimi playoff scudetto, in particolare il suo ad Alessandro Dalla Salda.
Un lungo applauso è stato dedicato a Gian Franco Bellè, consigliere del Gergs, scomparso nello scorso settembre.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Premio Ussi Molise: il 6 aprile appuntamento a Campobasso

Il 6 aprile a Campoibasso appuntamento con il Premio Ussi Molise, conferito agli atleti che si sono maggiormente distinti nel recente passato, oltre ad essere un’occasione formativa per i giornalisti e di confronto con addetti ai lavori e cittadini sui valori dello sport e su come vengono trasmessi dai media