///
PREMIO DI GIORNALISMO “ANTONIO SPALLINO” A GIULIO MOLA

PREMIO DI GIORNALISMO “ANTONIO SPALLINO” A GIULIO MOLA

Nella foto: I premiati. Da sinistra: Aldo Grasso, Beatrice Fiaschi, Giulio Mola, Matteo Marchetti ed Erica Calissi

Milano, 21 marzo – Giulio Mola, responsabile delle pagine sportive di “Qn-Il Giorno” e vicepresidente del GLGS-USSI Lombardia, è il vincitore della seconda edizione del Premio Nazionale di Giornalismo Sportivo per l’Etica Nello Sport “Antonio Spallino”, intitolato alla memoria del grande schermidore e sindaco di Como. Giulio Mola è stato premiato per l’articolo-inchiesta “Tra sport e cronaca: Un giovane su due disposto a giocare sporco” pubblicato da Il Giorno.

La cerimonia di consegna dei premi si è svolta oggi pomeriggio a Villa Olmo di Como, alla presenza del sindaco di Como Alessandro Rapinese, di Alessandro Fermi, Assessore regionale all’Università, ricerca, innovazione di Regione Lombardia e di Angelo Orsenigo, consigliere regionale lombardo.

Al secondo posto, tra i cinque finalisti, è stata indicata dalla giuria la giornalista Beatrice Fiaschi, per l’articolo dal titolo “Scherma per non vedenti: a una stoccata dal diventare disciplina paralimpica”, pubblicato dalla testata Radio Libera Tutti. Terzo posto ex aequo per Erica Calissi e Matteo Marchetti. Erica Calissi ha partecipato con un video-servizio trasmesso da ‘Primo Piano’ di TBNews.  Matteo Marchetti ha presentato l’articolo dal titolo “Vince l’oro agli Italiani, lo rimette in palio e lo riconquista. Lo splendido gesto di fair play di Edoardo Ferrari. «Non mi piaceva un successo a tavolino»”, pubblicato da Sport Piacenza.

All’opinionista ed esperto di tv Aldo Grasso, che ha partecipato con l’articolo dal titolo “Tour de France, la stretta di mano Vingegaard-Pogacar come la borraccia di Coppi e Bartali” pubblicato dal Corriere della Sera, è andato il premio speciale della giuria.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Convegno GLGS: “Mobilità leggera problema pesante”, confronto su ciclisti, auto e… rispetto

Uno dei temi più caldi del nostro vivere quotidiano, soprattutto nelle città, è stato oggi trattato e dibattuto sotto l’egida del Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi e dell’Associazione Lombarda Giornalisti, con l’ospitalità di Banco BPM. Il convegno Mobilità leggera Problema pesante, valido anche per 3 crediti della formazione professionale giornalistica, si è svolto stamattina nella Sala delle Colonne nel cuore di Milano, città-simbolo delle questioni relative alla mobilità.