///
Ussi Sardegna, triangolare di calcio in memoria dell’allenatore Mario Tiddia

Ussi Sardegna, triangolare di calcio in memoria dell’allenatore Mario Tiddia

tiddia
Torna in campo la squadra dei giornalisti sportivi della Sardegna. Sabato 30 luglio, a Sarroch, in provincia di Cagliari, si svolgerà un triangolare di calcio in ricordo di Mario Tiddia, l’allenatore di Cagliari, Pescara, Torres e Grosseto scomparso nel 2009. Tiddia, dopo la promozione in A conquistata nel 1978, nei due successivi campionati nella massima serie alla guida del Cagliari ottenne un nono ed uno “storico” sesto posto.
La figura di Tiddia, originario di Sarroch, verrà ricordata sabato sera in un torneo che vedrà protagonisti i giocatori di quel Cagliari, capitanati dal bomber Gigi Piras, una rappresentativa di ex calciatori di Sarroch e, appunto, la squadra dei giornalisti sardi dell’Ussi.
Il torneo avrà inizio alle 18.30 nello stadio comunale intitolato a Mario Tiddia.

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Epifania in padel, tra giornalismo e memoria

L’Ussi a tutto campo al Club Santa Lucia di Cagliari. Cronisti, politici e amministratori hanno ricordato Renato Scanu, collega di Carbonia, alle prese con la Sla dal 2019, deceduto lo scorso dicembre a 59 anni.

Anche l’Ussi in campo per la donazione degli organi

La Giornata nazionale del Sì curata dall’Aido. Lo sport, i cronisti, i volontari e la generosità dei sardi. L’esperienza del capitano del Cagliari campione d’Italia, Beppe Tomasini. E il supporto del presidente nazionale Gianfranco Coppola

A Pietro Paolo Virdis il Premio Renato Raccis

L’ex centravanti del Milan e del Cagliari riceve il riconoscimento istituito dal comune di Mandas per il centenario del primo bomber sardo in serie A. La cerimonia si svolge nella sede del Coni Lombardia a Milano con la partecipazione di Giorgio e Donatella, i figli del calciatore scomparso, del presidente dell’Ussi, Gianfranco Coppola, degli assessori regionali Gianni Chessa e Anita Pili, del vicepresidente della Società di storia dello sport, Sergio Giuntini.