///
Via ai Giochi Mondiali Universitari a Chengdu in 300 con la Federcusi

Via ai Giochi Mondiali Universitari a Chengdu in 300 con la Federcusi

di Mario Frongia

Venerdì 14 luglio, dalle 18 alle 20, in via Bruxelles a Roma, l’ambasciata della Repubblica popolare della Cina ha ospitato la delegazione italiana FederCUSI che dal 28 luglio all’8 agosto prenderà parte alla 31esima Universiade FISU. La rappresentativa azzurra era composta da una cinquantina tra dirigenti, atleti e tecnici. L’incontro ha avuto un momento formale con i discorsi dell’ambasciatore, Jia Guide, e del presidente di FederCUSI, Antonio Dima, accompagnato dal Segretario Generale Pompeo Leone. A seguire, c’è stato anche il contributo di Luciano Bonfiglio, presidente di Federcanoa e delegato del Presidente del CONI, Giovanni Malagò.

La neolaureata e i campioni alle Universiadi di Napoli 2019. Applausi anche per Gao Li He, classe 2000 di Martina Franca, laureatasi proprio ieri in Economia e gestione dei servizi all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. “Prima di essere una studentessa sono un’atleta agonista di Taekwondo. Ho avuto l’onore e il piacere di esser stata scelta come rappresentate degli studenti-atleti italiani che partiranno per le Universiadi a Chengdu”. All’incontro ha preso parte anche Francesco Recine (pallavolista, classe ’99, Lugo di Ravenna, studente di Disegno ambientale. facoltà di Architettura, università di Camerino) e la medaglie d’oro alle Universiadi di Napoli 2019, Eduardo Campopiano (pallanotista, classe ’97, salernitano e dottore in Economia). Con la delegazione anche le medaglie d’argento Luna Di Claudio (pallanuoto, classe ’97, Chieti, iscritta in Giurisprudenza a Roma la Sapienza) e Alessio Nuto Proietti Colonna (staffetta 4×200 stile libero, classe ’98, Roma, iscritto in Ingegneria meccanica a Roma tre). A seguire, simbolico mini match di tennis tavolo tra l’ambasciatore e il presidente di FederCUSI, foto e video, banchetto a base di pietanze tipiche di Chengdu.



Le parole dell’ambasciatore e del presidente. “Siamo grati per questa splendida accoglienza. Caro ambasciatore, andiamo a Chengdu, culla della civiltà cinese e metropoli ricca di innovazione, sviluppo e progresso, con sentimenti sportivi, di fratellanza, di sport e di pace” ha sottolineato Antonio DimaJia Guide si è detto “particolarmente compiaciuto nell’accogliere la delegazione azzurra. Vedo tanti giovani dal futuro roseo, la Cina vi aspetta con tanta amicizia, un sentimento che accomuna i nostri popoli”. L’ambasciatore ha poi rimarcato un aspetto. “Spero possiate essere ambasciatori di pace, lo sport è strumento ideale per intensificare i rapporti tra le persone, le istituzioni e i Paesi”.

Consulta la fotogallery della giornata: https://www.cusi.it/galleria-foto/

Mancano pochi giorni alle prime partenze per Chengdu. Visita la sezione del sito dedicata e non perderti gli aggiornamenti: https://www.cusi.it/universiade-chengdu-2021/

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Bizzotto: i telecronisti di ogni età prendano esempio da maestri come Martellini”

“Quando affrontai la prima telecronaca della nazionale il mio pensiero andò a lui, a quel galantuomo del Microfono che da bambino avevo sentito scandire campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo con quello stile inimitabile. Ricevere come altri grandi colleghi che magari anche più e meglio di me ne hanno ripercorso le tracce mi emoziona”: parole di Stefano Bizzotto peraltro voce – con Katia Serra al commento tecnico – del racconto della finale vinta agli Europei di Londra dalla nazionale di Mancini con l’indimenticato Vialli team manager.