///
Coppa del Mondo di Parigi – Magie del fioretto italiano: il Dream Team femminile trionfa in finale sulla Francia, la Squadra azzurra maschile chiude 4^ e conquista aritmeticamente il pass per i Giochi Olimpici 2024!

Coppa del Mondo di Parigi – Magie del fioretto italiano: il Dream Team femminile trionfa in finale sulla Francia, la Squadra azzurra maschile chiude 4^ e conquista aritmeticamente il pass per i Giochi Olimpici 2024!

PARIGI – Un’altra giornata magica per il fioretto italiano nella tappa di Coppa del Mondo di Parigi: il Dream Team femminile trionfa nella gara a squadre delle donne battendo in finale per 45-41 la Francia “in trasferta”, e fa risuonare ancora l’Inno di Mameli allo “Stade Pierre De Coubertin”, mentre la formazione maschile dei fiorettisti chiude al quarto posto e stacca aritmeticamente il pass qualificazione per i Giochi Olimpici di Parigi 2024. Una domenica speciale per il fioretto azzurro del CT Stefano Cerioni, degna chiusura di un weekend da incorniciare.

DREAM TEAM INSAZIABILE
Strepitose le ragazze del fioretto femminile italiano. Con la qualificazione olimpica già matematicamente in tasca da un mese (conquistata lo scorso dicembre a Novi Sad), la squadra campione del mondo in carica composta da Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto e Francesca Palumbo è stata regina anche di questa domenica parigina di Coppa. Le azzurre hanno superato con un doppio 45-27 Singapore (negli ottavi) e Ungheria (nei quarti), poi in semifinale hanno offerto ancora una prova di forza contro il Giappone, battuto 45-31. La finale contro la Francia è stata emozionante, batticuore, e ha ribadito per l’ennesima volta la classe del Dream Team di Cerioni, ma anche il grande spirito di squadra che è alla base di queste imprese. Bravissime a recuperare un iniziale svantaggio, le azzurre hanno lottato punto a punto, tra continui capovolgimenti di fronte con le transalpine, fino all’allungo decisivo piazzato dalla campionessa mondiale Alice Volpi che ha scritto il 45-41 finale per l’Italia. Così per Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto e Francesca Palumbo è arrivato un successo che vale tantissimo verso “un’altra” Parigi, quella della prossima estate, a cui sono approdati anche i ragazzi, grazie al loro quarto posto.

PASS OLIMPICO PER I FIORETTISTI
Fieri tradizionalisti, i fiorettisti italiani si sono comportati da degni eredi di una “vecchia scuola”: così, nell’epoca del ticketing online, sono andati di persona al botteghino di Parigi per prendersi il loro biglietto “cartaceo” per i Giochi Olimpici di… Parigi. Coincidenza o segno del destino, di questi tempi è mero dettaglio, l’Italia del fioretto maschile ha staccato aritmeticamente, con una gara d’anticipo, il pass olimpico proprio nella Capitale francese, nella più affascinante delle prove di Coppa del Mondo, chiudendo al quarto posto.


Il quartetto italiano composto oggi da Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Alessio Foconi e Guillaume Bianchi ha superato con autorità prima l’Austria (45-22) e poi la Polonia (45-36), approdando in semifinale, dove è stato fermato solo all’ultima stoccata, sul 45-44, dagli Stati Uniti (poi vincitori della prova davanti al Giappone in una finale in cui il tocco d’Italia è stato rappresentato dall’ottima direzione dell’arbitro Simona Pierucci). Nel match per il bronzo contro la Francia, gli azzurri sono stati battuti 45-32, ma è il piazzamento ai piedi del podio più dolce di sempre perché vale la certezza del pass olimpico, che significherà “tornare” a Parigi in estate con il numero massimo di atleti nella gara individuale (tre) oltre che ovviamente essere ai nastri di partenza della competizione a squadre.
Il biglietto per i Giochi 2024 per l’Italia dei fiorettisti arriva a 24 ore di distanza dallo storico podio tutto azzurro di ieri nella gara individuale allo “Stade Pierre de Coubertin” (con Marini oro, Foconi argento, Macchi e Bianchi bronzo).

IN TRE GIÀ QUALIFICATE
La scherma italiana è così a metà dell’opera. Fioretto femminile e maschile sono aritmeticamente qualificati all’Olimpiade di Parigi 2024, e lo stesso può dirsi degli spadisti, che pure per l’ufficialità di un verdetto già sostanzialmente certo dovranno attendere la prova a squadre di Coppa del Mondo che per la spada maschile è in programma a fine febbraio a Heidenheim. Ancora corsa aperta per l’Italia nelle altre tre specialità: prossimo appuntamento tra poco meno di un mese (l’11 febbraio) per i team delle spadiste a Barcellona, delle sciabolatrici a Lima e degli sciabolatori a Tbilisi.

QUI TUTTE LE FOTO DI PARIGI

COPPA DEL MONDO FIORETTO FEMMINILE A SQUADRE – Parigi (Francia), 14 gennaio 2024

Qui i risultati
Finale
ITALIA b. Francia 45-41

Semifinali

ITALIA b. Giappone 45-31
Francia b. Polonia 40-30

Quarti di finale
ITALIA b. Ungheria 45-27

Ottavi di finale
ITALIA b. Singapore 45-27

Classifica (25): 1. ITALIA (Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto, Francesca Palumbo), 2. Francia, 3. Polonia, 4. Giappone

COPPA DEL MONDO FIORETTO MASCHILE A SQUADRE – Parigi (Francia), 14 gennaio 2024

Qui i risultati
Finale
Usa b. Giappone 45-39

Finale 3°/4°
Francia b. ITALIA 45-32

Semifinali

Giappone b. Francia 45-43
Usa b. ITALIA 45-44

Quarti di finale
ITALIA b. Polonia 45-36

Ottavi di finale
ITALIA b. Austria 45-22

Classifica (27): 1. Usa, 2. Giappone, 3. Francia, 4. ITALIA (Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Alessio Foconi, Guillaume Bianchi)

Foto: Bizzi Federscherma

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

Il racconto dello sport: i premi USSI, a Rimedio e Repice il Martellini 2024

La Sala Stampa dello Stadio Olimpico ricca di emozioni ha accompagnato la consegna del premio USSI “Lo sport e chi lo racconta”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. In sala anche Loredana Macchietti, regista e moglie del giornalista Gianni Minà, cui era dedicata l’edizione 2023 del concorso, i campioni di ciclismo su pista Antonio Castello e Mario Valentini e i tre primi classificati del premio USSI mentre nel ricordo di un grande maestro il Premio Nando Martellini 2024 è andato ad Alberto Rimedio e Francesco Repice voci della Nazionale e non solo per Rai Sport e Radio Rai.

Al quarto tempo di LND coi vertici del calcio anche Ussi per l’innovazione del calcio dilettantistico

Oltre 9.500 presenze, 26 convegni/panel, 110 delegati di tutti i Comitati LND d’Italia che hanno partecipato all’Agorà, 2800 studenti, giovani calciatori e calciatrici delle società dilettantistiche. Si è chiusa con questi numeri la tre giorni a Lanciano di ‘Quarto
Tempo – L’innovazione del calcio dilettantistico’. L’evento organizzato dalla Lega presieduta da Giancarlo Abete. Alla manifestazione hanno partecipato il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, e tutti i vertici delle componenti della Figc e della Lega Dilettanti. L’Unione Stampa Sportiva Italiana con la collaborazione del Consigliere Nazionale Walter Nerone e del Gruppo USSI Abruzzo presieduto da Giancarlo Febo è stata partner della tre gironi moderando i panel di approfondimento oltre a organizzare un corso di formazione per giornalisti con crediti dell’Ordine.