///
PREMI USSIROMA. Tutti all’Aniene tra sport e giornalismo

PREMI USSIROMA. Tutti all’Aniene tra sport e giornalismo

Stop al campionato e il via ai Premi Ussiroma 2019. Il 27 maggio al Circolo Canottieri Aniene la sala è gremita e la cerimonia condotta da Jacopo Volpi, presidente del gruppo romano USSI. A officiare l’evento Giovanni Malagò (Presidente CONI), Massimo Fabbricini (Presidente Circolo Canottieri Aniene), Luigi Ferrajolo (Presidente Unione Stampa Sportiva Italiana), Carlo Mornati (Segretario Generale CONI), Franco Chimenti (Vice Presidente vicario CONI e Presidente Federazione Italiana Golf), Fiammetta Scimonelli (Vice Presidente Ussiroma) e Gianfranco Tobia (Vice Presidente Ussiroma). Auditorio di giornalisti, personalità del mondo dello sport e del calcio. Sedici premiati per undici categorie.
Tra volti noti e addetti ai lavori senza bisogno di presentazioni Roberto Mancini, il ct che ha fatto tornare l’azzurro di moda tra mille difficoltà, riceve il Premio Ussiroma 2019. Antonio Mirante (portiere dell’AS Roma) si aggiudica il premio Arancio. Le sue parole vanno alla squadra che ha appena chiuso una stagione difficile con l’epilogo doloroso dell’addio di DanieleDe Rossi. Fiducioso però sul futuro e nelle potenzialità di reazione del team.
Il Premio Tosatti va a Walter Veltroni suo grande amico ed è proprio Ivana Tosatti a consegnarlo. Veltroni precisa quanto il lavoro del giornalista sia importante nel raccontare la verità, la mediazione di qualcuno che verifica e certifica i fatti. Aggiunge anche che “dal giornalismo sportivo sono passate tra le più grandi firme di giornalisti italiani”.
Il premio Giovani va a Chiara Zucchelli de La Gazzetta dello Sport. Emozionata, dichiara che è ancora più soddisfacente per una donna affermarsi in questo settore perché più difficile. Il Premio Melli va a Giorgio Marota che riceve le parole d’elogio di Franco Melli. Il ragazzo che leggeva il Corriere dello Sport oggi, grazie alle proprie forze, vi collabora e lo scrive. Franco Chimenti consegna invece il premio “Golf Passione e Competenza” a Domenico Calcagno, penna del Corriere della Sera, mentre il Premio alla Carriera se lo aggiudica l’ex direttore del Corriere dello Sport-Stadio e del Guerin Sportivo Alessandro Vocalelli. A consegnarlo Massimo Fabbricini e Luigi Ferrajolo.
Michele D’Annibale ritira il premio fotografi per conto di Andreas Solaro e vi è spazio anche per chi lavora quotidianamente dietro le quinte. Così il premio Desk va a Pino Cerboni, giornalista di RAI Sport, che dopo averlo ricevuto dal Presidente Malagò ha dichiarato: “ho fatto la scelta di lavorare nell’anonimato nel mondo della TV e può dare molta più soddisfazione di chi sta davanti la telecamera”.
Altri premi Ussiroma 2019 vanno a Maurizio Manzini “una vita da laziale” e a Claudio Toti (presidente Virtus Roma) “più preoccupato per il futuro ma stiamo già lavorando”.
Dal basket al campione della Nazionale di ginnastica Artistica Marco Lodadio: l’atleta dell’Aeronautica è stato premiato da Carlo Mornati per aver ottenuto il bronzo mondiale agli anelli a Doha 2018 e l’argento europeo a Stettino 2019. Era dai tempi di Yuri Chechi che l’Italia non saliva così in alto in questa disciplina.
All’Aniene direttamente dal Convitto lo schermidore delle Fiamme Oro Davide Di Veroli, nuova promessa della spada azzurra, oro ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires, oro mondiale ed europeo cadetti e vicecampione mondiale Under 20. Premiato da Malagò, il presidente CONI sottolinea che, oltre a tutti i successi internazionali, Di Veroli è anche “fresco, fresco, del titolo italiano giovani…”. Ancora Fiamme Oro con Edoardo Giordan. L’atleta paralimpico, vincitore dell’oro a squadre e bronzo individuale nella sciabola agli europei di Terni 2018, tornato nella notte dal Brasile per la Coppa del Mondo dove ha conquistato il bronzo, ritira il premio promettendo il massimo impegno per la qualificazione ai Giochi Paralimpici di Tokyo.
C’è gloria infine anche per la sezione Nuoto e la sezione Paddle del Circolo Canottieri Aniene. I primi si confermano per il decimo anno vincitori del tricolore e i secondi hanno vinto il quinto campionato italiano consecutivo.
Tra le numerose testate presenti per seguire la cerimonia di premiazione grandi sorrisi e soddisfazioni a sigillo di un’altra edizione pienamente riuscita della Festa Ussiroma.
 
 
Premi Ussiroma 2019
Roberto Mancini
Claudio Toti
Maurizio Manzini
 
Riconoscimenti Ussiroma 2019
Marco Lodadio
Davide Di Veroli
Edoardo Giordan
 
Premio Giovani
Chiara Zucchelli
 
Premio Desk
Pino Cerboni
 
Premio alla Carriera
Alessandro Vacalelli
 
Premio Fotografi
Andreas Solaro
 
Premio Melli
Giorgio Marota
 
Premio Golf
Domenico Calcagno
 
Premio Tosatti
Walter Veltroni
 
Premio Arancio
Antonio Mirante
 
Premio Limone
Claudio Lotito
 

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter

Articoli Correlati