///
Successo a Roma per il seminario "Il basket e chi lo racconta". Fotogallery

Successo a Roma per il seminario "Il basket e chi lo racconta". Fotogallery

nella foto: i relatori del seminario
ROMA, 24 settembre 2018 – L’Aula Magna del Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” all’Acqua Acetosa, Roma, ha ospitato oggi il seminario di aggiornamento per giornalisti “Il basket e chi lo racconta: le Nazionali e il rapporto con la stampa. Dal cartaceo ai social network”, organizzato dall’Unione Stampa Sportiva Italiana e dalla Federazione Italiana Pallacanestro.
Presente un centinaio di giornalisti della carta stampata, radio, televisione, agenzie di stampa e social media che otterranno 4 crediti formativi dall’Ordine dei Giornalisti.
La mattinata ha avuto inizio col saluto del presidente USSI Luigi Ferrajolo che ha ringraziato la Federazione Pallacanestro per la disponibilità dimostrata nell’organizzazione del seminario. E’ poi intervenuto il presidente FIP Gianni Petrucci che ha tracciato un breve profilo dei relatori soffermandosi sull’importanza dell’informazione per veicolare l’immagine e il racconto dell’attività  federale.
E’ stata poi la volta del responsabile Comunicazione del CONI Danilo Di Tommaso che ha illustrato le regole imposte dal CIO ad atleti e giornalisti in occasione dei prossimi Giochi olimpici di Tokyo 2020.
Passando alla parte tecnica dei lavori ha preso quindi la parola il ct della Nazionale italiana Romeo Sacchetti che si è soffermato su come sia cambiato nel corso di questi ultimi anni il modo di comunicare dei giocatori anche attraverso l’utilizzo dei social media.
Dopo di lui è intervenuto l’ex campione d’Europa Bogdan Tanjevic, direttore tecnico squadre nazionali FIP, sulla “Gestione della comunicazione in Nazionali con tante personalità di spicco. L’esempio del 1999: l’Italia campione d’Europa”.
Dopo una breve pausa per il light lunch il seminario è proseguito con l’intervento della allenatrice della Nazionale femminile 3×3 campione del mondo a Manila 2018, Angela Adamoli, che ha parlato delle peculiarità e delle potenzialità di questa nuova disciplina, in grado di attirare la curiosità e l’interesse delle nuove generazioni proprio grazie all’uso dei social.
Hanno chiuso i lavori due noti e apprezzati giornalisti, della radio e della carta stampata. Massimo Barchiesi (Radio Rai) ha raccontato della capacità della radio di ottenere ottimi riscontri di pubblico quando gioca la Nazionale. Mario Arceri, firma storica del Correre dello Sport, ha puntato invece sui tratti distintivi necessari nel giornalismo moderno per raccontare le partite e su una attenta analisi dei rapporti esistenti oggi tra mass media da una parte e uffici stampa delle società dall’altra.
IL PROGRAMMA
Roma, 24 settembre 2018
Aula Magna Acqua Acetosa
ore 11–15
Luigi Ferrajolo – Saluto introduttivo
Giovanni Petrucci – “La comunicazione nel basket: ieri, oggi, domani”
Danilo Di Tommaso – “Il basket e i Social media”
Romeo Sacchetti – “Da giocatore a Commissario Tecnico della Nazionale. Come cambia la prospettiva, le aspettative, il modo di relazionarsi con i Media”.
Bogdan Tanjevic – “La ‘gestione’ della Comunicazione in Nazionali con tante personalità di spicco. L’esempio del 1999: l’Italia campione d’Europa”
Angela Adamoli –”3X3, dalla strada ai Giochi Olimpici in compagnia dei social”
Massimo Barchiesi – “Come la Nazionale accende la radio…”
Mario Arceri – “Da Meneghin a Datome, come è cambiato il modo di  raccontare il basket”
  

Condividi

Facebook
Twitter

Articoli Correlati

PREMIO GIORNALISTICO “LO SPORT E CHI LO RACCONTA”

E’ stato pubblicato il regolamento della quarta edizione del Premio giornalistico “Lo sport e chi lo racconta”.
Questo il tema: “Anno 2022: vittorie, sconfitte, storie, solidarietà”.
C’è tempo per inviare gli elaborati dal 10 settembre 2022 al 10 gennaio 2023. Premio di mille euro per i vincitori delle 5 sezioni previste

Allo Stadio Olimpico la Giornata dello Sport per la scuola primaria

Oltre 2000 bambini di classe V provenienti da tutte le Province italiane hanno partecipato oggi alla “Giornata dello sport per la scuola primaria”, una grande festa organizzata allo Stadio Olimpico di Roma e promossa dal Ministero dell’Istruzione, dal Dipartimento per lo Sport e da Sport e Salute per promuovere l’attività motoria e diffondere la cultura sportiva nella scuola primaria.